Opinioni

Come è nata la bufala del "Cosa resta dopo l'evento di Vasco Rossi al Modena Park"

cosa resta concerto vasco rossi

Avrete sentito anche voi la storia del cosa resta dopo il concerto di Vasco Rossi, ovvero:

111 smartphone; 3 Tablet, 1.200 mazzi di chiavi; 670 paia di occhiali; 120 confezioni di preservativi; 1 Rolex Submariner (in acciaio); 51 carte di credito; 170 scarpe (ben strano dimenticarsi le scarpe); 1 pigiama da uomo (?); 2 stampelle (un miracolo?); 29 felpe; 60 reggiseni; 2 materassini gonfiabili; oltre 2 mila euro contanti, divisi in diversi portafogli; 1 confezione di 12 assorbenti per adulti incontinenti; 33 sacchi a pelo; 1 statuetta in legno di Padre Pio; 28 sex toys. Un numero incalcolabile di cappellini, bandane e polsiere.

L’elenco sta facendo il giro di Facebook dopo che è stato pubblicato in un articolo del Messaggero a firma di Vanni Zagnoli
cosa resta concerto vasco rossi
Ma c’è un piccolo dettaglio da ricordare: è tutto falso. L’elenco sembra essere stato preso da Molinella Notizie, anche perché è identico.

cosa resta concerto vasco rossi molinella notizie
La pagina Facebook Molinella Notizie

E La Stampa ha verificato che è tutto completamente inventato. L’unica azienda incaricata della pulizia al concerto di Vasco Rossi è stata la Hera, multiutility bolognese al servizio dell’amministrazione pubblica modenese, e dal Comune di Modena assicurano che «non è stato rinvenuto nessuno di questi oggetti».

Questi invece i danti reali: sono più di 100 le tonnellate di rifiuti raccolte con oltre 160 persone e un centinaio di mezzi al lavoro dalle primissime ore di domenica solo al parco Ferrari e nelle aree adiacenti. E sono stati potenziati anche tutti i servizi di raccolta e spazzamento in centro storico Sempre domenica sono stati svuotati e rimossi tutti i contenitori: oltre 360 cassonetti da 1.700 litri (di cui 160 agli ingressi), 50 contenitori carrellati da 120 litri e 600 contenitori in cartone da 100 litri.

Un vero peccato per la statua di Padre Pio.
EDIT: Quelli sveglioni di Molinella Notizie, dopo aver diffuso la bufala, se la prendono con noi perché li abbiamo indicati come diffusori della bufala:
vasco rossi modena park molinella notizie
Poi, quando qualcuno chiede loro chi l’ha diffusa, confermano che l’hanno trovata in giro e l’hanno ripubblicata senza alcuna verifica e senza indicare che l’hanno presa da qualche parte, attribuendosene quindi il merito ma non volendo adesso prendersene la responsabilità.
vasco rossi modena park molinella notizie
Quindi, ricapitolando: prima diffondono una fake news e poi si lamentano se qualcuno li indica come diffusori di fake news accusando gli altri con la raffinatissima tecnica dello specchio-specchietto. C’è grossa crisi, raga.
EDIT2: E niente, a volte bisogna avere davvero una bella faccia di palta:
molinella notizie
EDIT3: C’è chi sostiene che la fonte originaria sia un post di un utente del gruppo Sei modenese se.… In realtà basta dare un’occhiata agli orari dei due post per capire che non è così.
molinella notizie 1 molinella notizie 2