Fatti

Cosa ha detto (davvero) Fauci sui vaccini e sulla variante Delta

Fauci ha spiegato chiaramente come l’unico modo per arginare la variante Delta siano i vaccini, ma la strumentalizzazione orami è partita: senza la prevenzione il nuovo virus sarà inarrestabile

fauci no vax no green pass vaccini

“Il vaccino è la soluzione più immediata del problema. Dobbiamo fare in modo che si vaccinino”, forse è questo il passaggio più importante del discorso di Anthony Fauci sulla nuova variante Delta. In queste ore è sempre più di moda tra i no-vax il discorso pronunciato da uno dei medici più importanti del mondo nella guerra al Coronovirus, quell’Anthony Fauci che da marzo 2020 è consulente del governo statunitense. Al centro della programmazione con l’avvento di Joe Biden alla Casa Bianca.  “Due mesi fa, il livello di virus nelle mucose di un soggetto vaccinato era nettamente inferiore: ora la variante Delta ha cambiato totalmente lo scenario”, ha detto lo scienziato. Riportando solo un’evidenza scientifica. Da qui l’invito ad un nuovo periodo di protezione attraverso l’utilizzo della mascherina, in America già ampiamente abbandonata.

Cosa ha detto (davvero) Fauci sui vaccini e sulla variante Delta. La strumentalizzazione no-vax

Un discorso così semplice ed allo stesso tempo tecnico e razionale è diventato arma per i no-vax o green pass. Fauci ha spiegato che il vaccino impediva la trasmissione della variante Alfa, la prima. “Una persona vaccinata, se positiva, avrebbe difficilmente trasmesso il virus. Ora abbiamo a che fare con la variante Delta, che è molto più contagiosa. I dati più recenti, poi, mostrano chiaramente che quando una persona vaccinata viene infettata, può trasmettere il virus. Per questo, le linee guida sono state cambiate”, dice Fauci. “È improbabile che una persona vaccinate, seppur positiva, vada in ospedale o muoia. Ma se un vaccinato si infetta, può trasmettere il virus a persone fragili o a bambini non vaccinati: non vogliamo che questo accada”.

Solo parole di buon senso direbbe qualcuno. Scienza e buon senso, le grandi armi a nostra disposizione nella guerra al Covid che spesso risultano insufficienti davanti alla voglia di non capire. Ora le proteste si sono armate di questa stranissima interpretazione secondo cui il vaccino non servirebbe a nulla, “lo ha detto Fauci”. E’ falso, ed è bene che la campagna prosegua con più forza di prima.