Opinioni

Il clickbaiting del Giornale su Renzi e le bustarelle

Oggi si è saputo che durante una perquisizione nella casa di un funzionario di Palazzo Chigi sono stati ritrovati 230mila euro in contanti, chiusi in buste e in una scatola. Il funzionario si chiama Renato Mazzocchi e lavora nella Struttura di Missione per la ricostruzione in Abruzzo. Gli inquirenti per ora lo hanno accusato di riciclaggio ma sospettano che i soldi servissero per una corruzione; insieme ai soldi è stato ritrovato anche un elenco di processi. In tutto ciò, guardate con quanta furbizia viscida da clickbaiting riescono a presentare la notizia sulla pagina Facebook del Giornale:
giornale renzi 230 mila euro contanti
Foto di Renzi (d’altronde è il presidente del Consiglio, no), presentazione con “quelle bustarelle a casa” e titolo senza la parola “funzionario”: un metodo piuttosto zozzetto che ormai è l’abitudine sul quotidiano. La parte divertente della storia è che sulla pagina compaiono molti commenti di persone che pensano davvero che il protagonista della storia sia Renzi.
renzi bustarelle
Sic Ford Transit Gloria Tonti.
 

Leggi sull’argomento: Renato Mazzocchi: i 230mila euro sequestrati al funzionario di Palazzo Chigi