Fatti

Claudio Lasala, il 24enne accoltellato e ucciso a Barletta per non aver "offerto" un cocktail

neXt quotidiano|

Claudio Lasala

Morire a 24 anni, per mano di due ragazzi ancor più giovani di lui. Il tutto al termine di una banale lite, tramutatasi in rissa, con una mano che ha imbraccia un coltello e lo ha ucciso. La storia di Claudio Lasala è l’ennesimo episodio di violenza incontrollata nelle notti italiane. Il tutto è accaduto a Barletta tra il 29 e il 30 ottobre. Il tutto è accaduto perché la vittima si era rifiutata di offrire un cocktail a quei due ragazzi palesemente su di giri a causa dell’alcol.

Claudio Lasala, il 24enne ucciso a Barletta per non aver “offerto” un cocktail

Due giovani ragazzi, entrambi di Barletta, sono stati arrestati con l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Il primo si chiama Michele Dibenedetto (20 anni), il secondo è Ilyas Abid (di appena 18 anni). Quest’ultimo, secondo l’accusa, ha utilizzato quella lama per pugnalare all’addome Claudio Lasala. Alle loro identità si è giunti ascoltando il racconto dei testimoni di quella follia e confrontando il tutto con le immagini immortalate dalle telecamere di videosorveglianza. Non solo quelle interne al locale. Secondo gli atti della Procura, tutto è nato da “un diverbio pretestuoso insorto tra Dibenedetto e Lasala, legato alla pretesa del primo di farsi offrire da bere dal secondo”. Poi il tutto è degenerato.

Perché la lite è iniziata all’interno del pub nel centro di Barletta e poi è proseguita anche all’esterno, in piazza Duomo. E lì le telecamere hanno ripreso la rissa. Prima calci e pugni, con i due giovanissimi che si incitavano l’un l’altro. Poi il diciottenne ha preso il coltello e ha colpito Claudio Lasala all’addome, lasciandolo in una pozza di sangue. I soccorsi non hanno potuto salvare la vita al 24enne e nella serata di ieri l’intera comunità di Barletta si è stretta nel cordoglio con una fiaccolata in memoria del giovane.