Opinioni

E a Civitavecchia la presidente del Consiglio comunale lascia il M5S

alessandra riccetti

La presidente del Consiglio comunale di Civitavecchia, Alessandra Riccetti, in quota M5S, è in procinto di abbandonare il Movimento, mantenendo comunque la sua carica istituzionale in Assemblea. L’annuncio, salvo cambiamenti dell’ultimo minuto, è arrivato durante una conferenza stampa. “Non mi sento a casa. Un atto di onestà intellettuale. Sono entrata in politica per rappresentare e dare risposte ai cittadini. La mia è stata una scelta ponderata”.

“Dopo un lungo attivismo di battaglie e banchetti siamo riusciti ad eleggere un consigliere comunale prima, e poi un parlamentare e un sindaco. Purtroppo l’impegno politico è stato snaturato e tradito, lo streaming è scomparso e a Civitavecchia nulla di tutto questo è accaduto. Gli episodi dell’ultimo anno, come il CARA o il processo sommario a un consigliere con aggressioni verbali e fisiche, oppure il mio negato accesso agli atti delle società partecipate del comune, mi spingono a questa scelta. Sono stata oggetto di dossieraggio e sono stata accusata di violazioni”, ha detto la Riccetti in una conferenza stampa mandata in onda da Mecenate TV. “Avevo trovato il MoVimento al 3% e lo lascio al 36%. Dedico la mia attività nel M5S a Gianroberto Casaleggio, vero unico garante del MoVimento”.