Opinioni

Casapound e la scabbia a Milano

La scabbia a Milano fa eccitare gli animi dell’alta politica. Dopo i leghisti, Maroni e Salvini, infatti, anche Casapound, come dimostra questo video pubblicato sulla pagina Facebook dei Fascisti del Terzo Millennio, si è appassionata al tema scabbia:

Siam pronti alla MORTE l’Italia chiamò!
Posted by Casapound Italia Milano on Domenica 14 giugno 2015

In realtà, ieri sul Corriere della Sera Massimo Galli, infettivologo all’Università di Milano, ha precisato che trattasi di bugie da campagna elettorale permanente:

I casi di scabbia e malaria tra i migranti (sono il 10% degli arrivi) hanno provocato timori su possibili contagi. Quali sono i rischi reali?
«Cominciamo dalla malaria: per noi non è un problema. Perché l’infezionevenga trasmessa, infatti, occorre il vettore, cioè la zanzara anofele, che in Italia non esiste. Poi c’è la scabbia (malattia contagiosa della pelle che dà prurito, ndr): la trasmissione da una persona infetta a un’altra implica uno stretto contatto per lungo tempo. Non basta una stretta di mano. E comunque si cura facilmente con i farmaci».
Ci sono altre malattie di cui possono soffrire i migranti?
«Sì, ce ne sono, ma riguardano soprattutto loro. Arrivano in Italia dopo aver affrontato pesanti privazioni, devono adattarsi a un cambiamento di clima e di alimentazione. Le patologie più frequenti sono quelle da raffreddamento (polmoniti virali e batteriche) che però non sono contagiose».
Le aree dove soggiornano i migranti (nelle stazioni, per esempio, transitano centinaia di persone) possono rappresentare un rischio igienico-sanitario?
«No, basta una pulizia energica, usando semplicemente acqua e sapone».

Leggi sull’argomento: Salvini vi spiega come si prende la scabbia