Opinioni

Campagna Elettorale – La Serie – Episodio Cinque

campagna elettorale - la serie

Grazie al sapiente utilizzo delle intercettazioni ambientali e alla telepatia, Next Quotidiano è riuscito a entrare in possesso di discorsi e dialoghi captati nelle sedi dei principali partiti e movimenti politici italiani. Ve ne proporremo uno al giorno, per tutto il periodo della campagna elettorale, come contributo alla verità e per dare modo ai lettori di farsi un’opinione informata sulle persone e sulle idee che andremo a votare.

Grasso: Ma poi perché “Liberi e Uguali”?
Fassina: Eh?
Grasso: È una truffa. Come possiamo essere uguali? Io sono uguale a Caravaggio? Non so neanche disegnare…
Fassina: Beh…
Grasso: Ma che messaggio facciamo passare? Che in qualche modo noi annulleremo, o che qualcuno possa annullare, i capricci del fato e le bizze del talento? Che tutti saranno Caravaggio?
Fassina: Non so se…
Grasso: Ha anche ammazzato una persona, se non sbaglio, e in fondo nessuno gli ha detto nulla, perché era Caravaggio. È andato in galera, Caravaggio?
Fassina: Quindi è rimasto libero…
Grasso: Sì.
Fassina: Allora vieni al mio discorso: Liberi…
Grasso: Ma uguali no! Io non so disegnare!
Fassina: Ci sono in edicola gli albi già disegnati, solo da colorare…
Grasso: Non so disegnare! Non sono Caravaggio!
Fassina: Era di Bergamo, no?
Grasso: Oriundo.
Fassina: “Liberi e bergamaschi”?
Grasso: Bello, mi piace. Si può fare?
Fassina: No, ormai abbiamo depositato il simbolo. E poi c’è la questione meridionale…
Grasso: Nel mio cuore saremo sempre LeB!
Fassina: “È il mio cuore il paese più straziato”-
Grasso: Chi l’ha detto?
Fassina: Caravaggio.
Grasso: Che gran cosa il Rinascimento! Che bella che è Bergamo!

Copertina: El GiVa

— lo diciamo ai meno svegli che potrebbero equivocare: questo post è satira, la telepatia è una capacità ipotetica, non abbiamo apparecchi per le intercettazioni —

Leggi gli altri episodi di Campagna Elettorale – La Serie