Fatti

Bassetti chiede che i no vax siano trattati come i terroristi negli anni Settanta

Enzo Boldi|

Bassetti

Un duro sfogo social dopo gli ultimi episodi di intimidazione da parte dei no vax. Matteo Bassetti, attraverso il suo profilo Instagram, lancia una dura accusa agli anti-vaccinisti chiedendo una legge per metterli a tacere. Il paragone usato è di quelli forti. Secondo il direttore della Clinica Malattie infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, i no vax dovrebbero essere trattati come i terroristi negli anni Settanta.

Bassetti chiede che i no vax siano trattati come i terroristi negli anni Settanta

“Oggi abbiamo dei movimenti No Vax che bruciano la porta dell’Istituto superiore di sanità o mettono una bomba in un centro vaccinale – ha scritto Matteo Bassetti sul suo profilo Instagram -. Se per gli operatori sanitari è stato introdotto l’obbligo di vaccinarsi, anche in questo caso è necessaria una legge che punisca chi prende posizione contro i vaccini. Questa gente va trattata come abbiamo trattato negli anni Settanta i terroristi”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Prof. Matteo Bassetti (@matteo.bassetti_official)

L’infettivologo, che fa parte della task force scelta dal Presidente ligure Giovanni Toti fin dall’inizio della pandemia, fa riferimento all’episodio della molotov lanciata contro un centro vaccinale a Brescia, ma anche all’attacco incendiario al portone dell’Istituto Superiore di Sanità a Roma di qualche settimana fa. E, sempre nella giornata di ieri (ma dopo il suo sfogo sui social), anche il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, è finito nel mirino dei negazionsti con un “pacco-avviso” intimidatorio lasciato davanti al portone della sua abitazione.

Bassetti, dunque, chiede soluzioni esemplari e normative nei confronti dei no vax, paragonati a terroristi. E il problema è anche online: “Non esiste che il web sia governato dagli anti-vaccinisti, sono movimenti anti-scientifici. Vanno fermati subito per il bene del nostro Paese e del nostro sistema sanitario”.

(foto: da profilo Twitter di Matteo Bassetti)