Trend

Un autista dell'Atac si addormenta alla guida e si schianta con l'autobus. Un altro guarda la Lazio mentre è al volante | VIDEO

@neXt quotidiano|

Autista Atac

Due comportamenti potenzialmente dannosi per la propria salute e per tutti coloro i quali erano a bordo di quei due autobus di linea. Nel giro di pochi giorni, a Roma, due autisti dell’Atac (l’azienda di trasporto pubblico della capitale) si sono resi protagonisti di altrettanti episodi molto gravi. Il primo, nella notte tra il 12 e il 13 settembre, ha avuto un “colpo di sonno” mentre si trovava alla guida del bus-navetta che collega la zona Est della città alla stazione della metropolitana (e ferroviaria) Tiburtina. Il secondo, invece, è stato immortalato mentre si trovava al volante e – contemporaneamente – era impegnato a guardare la partita di Europa League della Lazio.

Autista Atac si addormenta alla guida, un altro guarda la Lazio

Il primo episodio, quello che ha provocato anche danni visto l’impatto contro una palina, risale alla notte tra lunedì e martedì. L’autista Atac, come si può ascoltare nel filmato, stava guidando il mezzo che fa spola tra Roma Est e la stazione Tiburtina mentre a bordo c’erano sette persone. Poi l’impatto, il vetro in frantumi e tanta paura per i viaggiatori. E lo stesso protagonista di questa vicenda ha detto di esser stata vittima di un “colpo di sonno” nel bel mezzo del suo turno di lavoro. L’azienda, dopo la segnalazione ricevuta anche dalle forze dell’ordine, ha anche avviato un’indagine interna.

L’altro episodio, invece, è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri. Un autista Atac (non sappiamo in che zona) è stato immortalato da un cittadino presente a bordo. Cosa stava facendo mentre si trovava alla guida? Le immagini parlano da sole.

Si era collegato, con il suo smartphone, per assistere alle fasi iniziali del match valido per la seconda giornata di Europa League della Lazio (impegnata e sconfitta 5-1 in Danimarca contro il Midtjylland). Il tutto alla vigilia dello sciopero dei mezzi pubblici per richiedere una maggior attenzione intorno alle “condizioni di sicurezza del personale, esposto ad aggressioni”. ATAC è intervenuta immediatamente in entrambi casi sospendendo preventivamente entrambi i conducenti sia dal servizio che dallo stipendio.