Fatti

L’attacco hacker ai sistemi della Regione Lazio che ha rallentato le prenotazioni del vaccino

Da stanotte il sito della Regione Lazio è offline per un attacco hacker, causando disservizi e ritardi nella prenotazione del vaccino. “Un fatto gravissimo”, ha commentato il governatore Nicola Zingaretti

hacker dad SOFTARE VALITAZIONE AZIENDA

Il centro di elaborazione dati della Regione Lazio è sotto un attacco hacker. “I sistemi sono tutti disattivati compresi tutti quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale. Sono in corso tutte le operazioni di difesa e di verifica per evitare il protrarsi dei disservizi. Le operazioni relative alla vaccinazioni potranno subire dei rallentamenti”, comunica l’Unità di crisi Covid 19 regionale, scusandosi per il “disagio indipendente dalla nostra volontà”. “E’ un attacco hacker molto potente, molto grave. È tutto out. È sotto attacco tutto il ced regionale”, ha affermato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “È un attacco senza precedenti per il sistema informatico della Regione – aggiunge D’Amato – e le procedure di registrazione possono subire rallentamenti. Sto andando a fare un sopralluogo per verificare la situazione”.

Allertate le forze dell’ordine e la polizia postale. La Procura di Roma ha avviato gli accertamenti, e l’apertura del fascicolo verrà formalizzata nelle prossime ore, dopo che a piazzale Clodio verrà depositata una prima informativa. “Accesso abusivo a sistema informatico” potrebbe essere l’ipotesi di reato formulata dai pm. Obiettivo degli investigatori è anche capire l’origine dell’attacco e se c’è stata eventuale richiesta di riscatto.

Intanto il sito della Regione Lazio (regione.lazio.it) non è raggiungibile, così come quello per la prenotazione dei vaccini (prenotavaccino-covid.regione.lazio.it). “Da stanotte è in corso un pesantissimo attacco hacker contro sistemi informatici LazioCrea che gestiscono prenotazioni vaccini. Un fatto gravissimo, blocca un servizio fondamentale. Ci scusiamo con i cittadini per gli inevitabili disservizi. Abbiamo segnalato alle autorità l’attacco e ringrazio tutti i dipendenti che da questa notte sono al lavoro per difendere la centrale e per tornare alla normalità”, ha scritto sul suo profilo Facebook il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Il sito era andato in tilt anche la settimana scorsa, quando l’annuncio dell’obbligatorietà del Green Pass aveva generato un boom di prenotazioni che avevano sovraccaricato i server della regione.