Opinioni

E Facebook censura (per errore) le foto dei bimbi migranti morti

Le foto dei bambini annegati su Facebook che sono state molto condivise in questi giorni prima di quelle di Aylan sono state censurate per errore dal social network che riteneva fossero spam.
facebook censura foto bambini migranti
L’artista siriano Khaled Barakeh ha caricato le foto la scorsa settimana dopo un naufragio al largo della costa di Zuwara, un porto nella Libia occidentale. La barca portava quasi 400 migranti, molti dei quali sembravano essere rimasti intrappolati nella stiva della nave quando si è capovolta. Barakeh ha pubblicato le sette foto su facebook il giorno dopo il disastro in un album intitolato “Cimitero Multiculturale”. Le foto sono state condivise più di centomila volte prima di essere temporaneamente eliminate da Facebook e facendo urlare molti utenti alla censura. Facebook, interpellato da Mashable, ha detto che il contenuto è stato segnalato per errore come spam dai suoi sistemi, e si è scusato con l’utente per l’accaduto.

Leggi sull’argomento: Le foto dei bambini annegati su Facebook e la spettacolarizzazione della morte