Attualità

Younes Abouyaaqoub è stato ucciso

Younes Abouyaaqoub

Younes Abouyaaqoub è stato ucciso. Lo scrivono La Vanguardia e altri media spagnoli come RTVE. Abouyaaqoub sarebbe stato ucciso a Subirats, un piccolo comune vicino Barcellona situato nella comunità autonoma della Catalogna.  In un primo momento La Vanguardia e altri avevano detto che l’uomo era stato arrestato e che la località dell’arresto era Sant Sadurní d’Anoia.
younes Abouyaaqoub 6

Younes Abouyaaqoub è stato ucciso

I Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, avevano diffuso oggi pomeriggio un identikit e 4 foto dell’uomo ancora in fuga, il 22enne marocchino Younes Abouyaaqoub, considerato l’atore materiale dell’attacco alla Rambla. Alto 1,80, pelle scura, capelli corti e forse con la barba, l’uomo viene definito “pericoloso e probabilmente armato”. Dopo aver seminato morte per 500 metri lungo una delle strade più famose al mondo, il giovane è fuggito a piedi nascondendosi nei banchi del mercato della Boqueria, a quell’ora già chiuso, come mostrano le registrazioni delle telecamere che lo hanno immortalato.
Younes Abouyaaqoub 3
La Vanguardia ha anche scritto che la polizia ha ucciso un uomo in possesso di una cintura esplosiva a Subirats (poi rivelatasi finta), una cinquantina di chilometri a ovest di Barcellona. L’uomo gridava Allah Akbar. La polizia al momento non conferma la notizia, ma solo che è in corso una operazione a Subirats. Secondo fonti dell’intelligence spagnola consultate da El Pais, l’uomo ucciso dalla polizia con una cintura esplosiva a Subirats somiglia a Younes Abouyaaqoub, il 22enne marocchino autore della strage sulla Rambla di Barcellona.
younes Abouyaaqoub 1
Secondo quanto afferma la rete televisiva catalana Tv3 un testimone avrebbe avvertito la polizia sulla presenza di un sospetto in un benzinaio di Subirats; all’arrivo degli agenti avrebbe urlato “Allah Akhbar” prima di essere colpito. Non è chiaro se la cintura esplosiva fosse vera oppure falsa come quelle che indossavano i membri del commando jihadista uccisi a Cambrils.

La cellula a Parigi

Intanto dalla Francia giunge conferma che l’Audi su cui viaggiavano i 5 terroristi uccisi dalla polizia catalana a Cambrils venne individuata il giorno precedente in Francia nelle regione parigina da un autovelox, che la fotografò per eccesso di velocità. I controlli alla frontiera tra Spagna e Francia sono stati rafforzati, mentre si analizzano i movimenti dei componenti la cellula jihadista che si sarebbero spostati in Marocco, Belgio, Germania, Svizzera, ma anche in Italia. A Viterbo avrebbe soggiornato per un paio di settimane Driss Oukabir, fratello del 17enne Moussa in un primo momento indicato come l’autista della strage di Barcellona.
younes Abouyaaqoub 5
La Vanguardia riporta invece la notizia secondo cui Younes Abouyaaqoub sarebbe stato fermato e sarebbe ora detenuto a Sant Sadurnì d’Anoia, sempre alla periferia di Barcellona. L’uomo ucciso dalla polizia a Subirats, che secondo diverse fonti giornalistiche spagnole è Younes Abouyaaqoub, era stato avvistato da un cittadino che ha allertato la polizia. Secondo testimoni citati da El Pais, l’uomo ucciso a Subirats è ancora sdraiato con il volto a terra. Gli artificieri hanno verificato che la cintura esplosiva era finta.