Politica

Vitalizio, chi lo perde e chi lo mantiene

Deputati e senatori colpiti da condanne superiori ai due anni, per reati di mafia terrorismo e contro la pubblica amministrazione, perderano il vitalizio. Che poi è la pensione per gli anni in cui si e’ seduti a Montecitorio e Palazzo Madama. Un appannaggio che risulta abolito per le legislature future, per tutti: condannati e no. “Una bella giornata”, commenta una Boldrini raggiante. La pensano piu’ o meno come lei Pd, Scelta Civica, Fdi e Sel. Forza Italia no: ha abbandonato i lavori nn partecipando al voto. La stessa cosa, ma per motivazioni opposte, che fanno i grillini. Per loro e’ troppo poco, come per Fi e’ troppo. “C’e’ sempre qualcuno che dice ‘si poteva fare di piu”, ma finora mai nessuno era riuscito a fare questo”, ribatte da lontano Boldrini, che ha in mente anche la Lega. Poi a Roma, di fronte a Montecitorio, piomba Grillo e i toni si innalzano. Per lui è tutta una porcata, una legge col trucco incorporato. Anche la sola parola ‘vitalizio’ scatena in lui l’orrore. Per Laura Boldrini ha parole appena più leggere, per Mattarella sarcasmo legato all’Italicum. Che poi, aggiunge, è una legge che fa piu’ comodo al M5S che non a chi l’ha voluta. E con quest’ultima osservazione ci si ricorda che siamo nel pieno della campagna elettorale per le regionali. Che, a sentir Grillo, in fondo sono inutili. Tanto lui le regioni le vorrebbe abolire. Altro che risparmio sui vitalizi. Il Corriere della Sera pubblica questo riepilogo su ex parlamentari eccellenti: chi perde e chi mantiene il vitalizio.

vitalizio chi lo perde
Vitalizio, chi lo perde (Corriere della Sera, 8 maggio 2015)

 
vitalizio chi lo tiene
Vitalizio, chi lo mantiene (Corriere della Sera, 8 maggio 2015)

 
Il Sole 24 Ore pubblica in sintesi invece il riepilogo delle nuove regole per i vitalizi:
vitalizi regole