Opinioni

«Valerio Vassallo va cacciato dal META»

Valerio Vassalo, il nazivegano delle Iene che qualche giorno fa si era menato con l’ex-fidanzata ed alcuni amici di lei finendo in ospedale potrebbe non essere più un membro dell’associazione della quale è vicepresidente ed è stato cofondatore. A comunicarlo un post su Facebook del Movimento Etico Tutela Animali Ambiente Piemonte sezione di Torino che annuncia che si farà promotrice di una mozione per l’uscita IMMEDIATA (sic) di Vassallo dal coordinamento del META.
valerio vassallo espulso META 1
Il motivo a quanto pare è l’incompatibilità di Vassallo con i principi della non violenza “di matrice vegana” ai quali si ispira l’associazione. Per il bene del META e degli animali quindi alcuni associati stanno pensando di fare fuori (figurativamente parlando) Vassallo. Nei commenti al post sono anche venuti fuori i soliti pettegolezzi su Vassallo “eroico” salvatore di mici abbandonati.


Qualora Vassallo dovesse essere espulso non abbiamo dubbi che finirà come per le altre associazioni delle quali l’attivista vegano ha fatto parte o è stato co-fondatore. Frugando in giro per l’Internet si scopre che la sede di due associazioni piemontesi di guardie venatorie presiedute da Vassallo (LIV e AEOP) è la medesima del Movimento Etico Tutela Animali e Ambiente (via Orfanotrofio a Biella). Ai due numeri telefonici indicati risponde sempre Vassallo.

A quanto pare ora AEOP Piemonte (ovvero la sede di Biella) è stata chiusa, perché fu scoperto che un’altra sezione AEOP aveva effettuato delle donazioni a Telethon. I soci di AEOP di Biella sono confluiti nella LIV, AEOP continua ad esistere a livello nazionale anche se quelli di META sostengono il contrario. Nel frattempo Vassallo, ha raccontato alla Zanzara, ha deciso di farsi dimettere perché non vuole stare in ospedale “a farsi impasticcare“, e del resto non c’è nemmeno la dieta vegana. Guarirà a casa senza cortisone e antidolorofico.