Trend

La folla di civili ucraini che respinge (pacificamente) il tank russo | VIDEO

A decine, camminando lentamente, hanno respinto l’avanzata di un carrarmato russo, che non ha potuto far altro che indietreggiare.

civili-tank-russo

Camminano piano, stretti nei loro giacconi, nei berretti calati a coprire perfino le orecchie, dal freddo gelido di questo febbraio. Davanti a loro un carrarmato russo, che lentamente, indietreggia di fronte alla loro camminata pacifica. È quello che sta succedendo in Ucraina, dove decine di civili, per lo più uomini con i capelli bianchi, la bicicletta al fianco, hanno iniziato a camminare tutti insieme per bloccare un tank russo a Koryukivka, nel nord del Paese.

Con le mani nelle tasche, in modo assolutamente pacifico, hanno marciato, senza lasciare al mezzo altra scelta se non quella di indietreggiare. Una camminata pacifica, una marcia che è valsa più di qualsiasi offensiva. La scena è stata ripresa da un video diffuso sui social e rilanciato dalla Bbc.

La folla di civili ucraini che respinge (pacificamente) il tank russo | VIDEO

Nel frattempo, durante il quarto giorno dallo scoppio del conflitto, sembra aprirsi uno spiraglio al dialogo: Zelensky, infatti, ha confermato che incontrerà i russi senza precondizioni al confine con la Bielorussia. “Abbiamo convenuto che la delegazione ucraina si sarebbe incontrata con la delegazione russa senza precondizioni al confine ucraino-bielorusso, vicino al fiume Pripyat”. Inoltre, durante la conversazione telefonica con il presidente bielorusso, “Lukashenko si è assunto la responsabilità di garantire che tutti gli aerei, elicotteri e missili di stanza sul territorio bielorusso rimangano a terra durante il viaggio, i colloqui e il ritorno della delegazione ucraina”.

Nel frattempo l’Italia, insieme agli altri Paesi Ue, ha chiuso lo spazio aereo alla Russia. Continua a crescere, invece, il numero dei rifugiati ucraini: secondo l’Unhcr, ci sarebbero già 368mila profughi in fuga dall’Ucraina.