Trend

L'incredibile tuffo di Nicolò Martinenghi nella finale della staffetta 4X100 agli Europei di nuoto | VIDEO

@neXt quotidiano|

Tuffo Martinenghi

Un balzo incredibile, come se avesse le molle sotto i piedi. Il tuffo di Nicolò Martinenghi durante la staffetta 4X100 misti, ultima gara del più fecondo Campionato Europeo di nuoto della storia dell’Italia, rappresenta la crescita dell’intero movimento. Il 23enne di Varese, infatti, ha dato un contributo fondamentale – anzi, decisivo, alla conquista della 13esima medaglia d’oro per la nostra rappresentativa. Un successo che si va ad aggiungere, nell’evento che si è appena concluso a Roma (almeno per quel che riguarda il nuoto in piscina), ai 13 argenti e ai 9 bronzi.

Tuffo Martinenghi, il balzo in acqua nella staffetta 4X100

Un balzo in acqua che ha coperto, solo nella fase di “volo”, quasi cinque metri (distanza evidenziata dal colore diverso della corsia). E il tuffo Martinenghi è stato fondamentale, così come la sua frazione a rana. Perché Thomas Ceccon, il primo a scendere in acqua per il quartetto azzurro, era riuscito a tenere a bada il primo frazionista francese nel dorso. Ma a dare lo strappo verso quella vittoria netta è stato proprio il 23enne di Varese.

I suoi 100 metri a rana, infatti, hanno fatto crescere il distacco nei confronti degli avversari e gli ultimi due frazionisti della staffetta maschile italiana, Matteo Rivolta (farfalla) e Alessandro Miressi hanno fatto il resto. Con tanto di record della competizione, fermando il cronometro a 3’28”46 (a meno di un secondo dal record europeo fatto segnare dalla stessa staffetta azzurra nel corso dei Mondiali di Budapest di quest’anno, conclusi sempre con la medaglia più preziosa).

E questa vittoria ha chiuso gli Europei di nuoto nella vasca lunga del Foro Italico. Una spedizione da record per l’Italia con un totale di 35 medaglie: 13 ori, 13 argenti e 9 bronzi. E grande merito, non solo per il tuffo, è anche di Nicolò Martinenghi che oltre ad aver bissato il successo mondiale nella staffetta 4X100 misti e nei 100 rana, ha anche conquistato il primo posto nella gara breve dei 50 metri rana. Più un argento, quello vinto con la 4X100 misti mista (composta da due uomini e due donne), insieme a Thomas Ceccon, Elena Di Liddo e Silvia Di Pietro.