Politica

Lo squadrone di Della Valle che tremare Renzi fa

Dopo il Bologna, unico legittimo possessore del titolo, e lo squadrone di Renzi che tremare il mondo fa, anche Diego Della Valle fa trapelare attraverso il Corriere della Sera il suo personalissimo parterre de roi. La squadra del padrone di Tod’s, se possibile, è ancora più squinternata di quella del PresDelCons. L’articolo del quotidiano di cui l’imprenditore marchigiano è proprietario dell’8% ci racconta anche delle perplessità di Luca Cordero di Montezemolo nei confronti della scelta dell’amico e compagno di mille apericene, e di quelle degli altri amici del clàb del tennìs.

Gli amici più cari, quelli che dividono con lui traversate in barca e ristoranti stanno sconsigliando Della Valle: «Perché rovinarti la vita con la politica? Gli spazi sono pochi, Renzi ha il 40per cento, Berlusconi e Grillo assieme un altro 40 per cento…». Della Valle però procede, mollati gli ormeggi. Il desiderio di intervenire direttamente nelle cose, la convinzione che Renzi pratichi una politica del ricatto(«o me o il baratro»), lo sospingono.

Della Valle però a quanto pare rimane convinto che ci sia chi potrebbe scegliere il baratro, nelle due opzioni. E allora vediamo, nome per nome e minibio per minibio, lo squadrone di Della Valle che tremare (ahahah) Renzi fa.

Lo squadrone di Della Valle che tremare Renzi fa


In più, fa sapere Della Valle, nella sua squadra ci saranno imprenditori e banchieri, di certo «Gente che non sarebbe andata sabato a Firenze al matrimonio di Marco Carrai con Renzi testimone, cerimonia con tanti banchieri, Viola(Mps), Morelli Bofa (Merril Linch), Nebbia (Banca Intesa), Palenzona, Gross Pietro, Bini Smaghi…»: il giglio magico di Renzi, insomma.

Leggi sull’argomento: Della Valle scende in campo tra le risate del pubblico