Politica

Il grande ritorno della bufala della sorella di Laura Boldrini

luciana boldrini laura boldrini

A Pasqua gli agnelli saranno anche salvi, ma le bufale no. Repubblica annuncia che oggi la presidente della Camera Laura Boldrini tornerà su una delle tante fregnacce che sono state costruite ad arte per diffamarla: quella di «Luciana Boldrini, sorella minore del presidente della Camera Laura Boldrini, che gestisce 340 cooperative che si occupano di assistenza agli immigrati ma nessuno ne parla ovviamente». La bufala gira ufficialmente dal luglio 2016 e l’immagine utilizzata è quella di Krysten Ritter, nel ruolo di Jessica Jones.

luciana boldrini laura boldrini
La bufala della sorella di Laura Boldrini

«Lo voglio dire a ridosso delle feste di Pasqua — scrive oggi la presidente della Camera su Facebook — proprio nel momento in cui molti si riuniscono in famiglia e con le persone care. La mia unica sorella, morta anni fa per malattia, non si è mai occupata di migranti. Restaurava e dipingeva affreschi. Peraltro, non si chiamava nemmeno Luciana, ma Lucia. Lo voglio dire a tutti quelli che hanno condiviso sulle loro bacheche e sui loro profili queste e altre menzogne su di lei. E soprattutto a chi ha creato queste false notizie, personaggi senza scrupoli, sciacalli che non si fermano nemmeno davanti ai morti».

luciana boldrini laura boldrini jessica jones
Sotto il post, racconta Repubblica, ci saranno ancora una volta i nomi di chi ha rilanciato la bufala aggiungendo meschinità allo sciacallaggio. Gli insulti sono spesso sessisti e poi ci sono le minacce di morte, ironicamente amare, visto che colpiscono anche una persona che non c’è più.

Boldrini aveva già preso un’iniziativa del genere lo scorso 25 novembre, quando aveva diffuso i nomi di chi la offende in rete. Tra le persone smascherate una, bracciante agricola delle Marche, aveva chiesto scusa alla presidente, ma aveva poi rifiutato il suo invito a incontrarsi alla Camera per conoscersi di persona. Non erano mancate le critiche a Boldrini, accusata di aver a sua volta esposto alla gogna dei social persone deboli e inconsapevoli

EDIT: Ecco il post di Laura Boldrini, che linka un articolo di David Puente:
laura boldrini

Leggi sull’argomento: Maria Feliziani: le scuse dell’hater di Laura Boldrini