Politica

I sondaggi per il sindaco di Milano

Dopo il ritiro dalla corsa di Corrado Passera i sondaggi per il sindaco di Milano danno Stefano Parisi e Giuseppe Sala più o meno appaiati, anche se il vantaggio del candidato del Partito Democratico, pur assottigliatosi nel tempo continua a essere visibile. Molto indietro il terzo incomodo, ovvero Gianluca Corrado del MoVimento 5 Stelle forse penalizzato dalla corsa ad handicap e dal cambio di candidato. Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera riepiloga oggi il computo dei risultati del sondaggio di Ipsos PA.
sondaggi milano parisi sala

Rispetto ai precedenti sondaggi pubblicati dal Corriere si osserva che al crescere della notorietà di Sala (da 81% al 91%) si registra una flessione del gradimento (da 68% a 62%) ed è un fenomeno abbastanza consueto perché si è completata l’offerta politica e il candidato si fa conoscere anche tra gli elettori più distanti dalla propria area di riferimento.
Al primo turno, escludendo coloro che dichiarano di volersi astenere o sono incerti (35,1%), ad oggi Sala prevale su Parisi 38,8% a 37,1%. Al terzo posto Corrado con il 16,5%, seguito da Rizzo (3,5%); gli altri candidati nel complesso ottengono il 4%. Al secondo turno Sala risulta in vantaggio su Parisi 52% a 48%. Entrambi manterrebbero la quasi totalità del loro elettorato al primo turno. Le poche defezioni sarebbero indirizzate verso l’astensione. Gli elettori dei candidati esclusi dal ballottaggio, come prevedibile, ad oggi propendono in larga misura per l’astensione mentre, considerando coloro che intendono recarsi alle urne, Parisi è avvantaggiato tra gli elettori di Corrado (20% contro il 13% a favore di Sala) e Sala prevale tra gli elettori di Rizzo (39% contro il 7% per Parisi) e tra gli elettori degli altri candidati e tra gli incerti (16% per Sala e 13% per Parisi).