Trend

Scooby Doo, la cervellona Velma farà coming out nel prossimo film

Asia Buconi|

velma

Occhiali neri, maglione arancione, caschetto corto e un intuito impareggiabile: tutti conoscono Velma Dinkley, la più pignola della Misteri e affini. E, dopo le polemiche su Peppa Pig e la famiglia con due mamme, adesso a far discutere sarà pure la “cervellona” del cartone animato Scooby Doo. Gli autori hanno infatti scelto per Velma la strada dell’inclusività, decidendo di farle fare coming out come lesbica nell’ultimo capitolo della saga. Il film avrà il titolo di “Trick or Treat Scooby-Doo!” e andrà in onda il prossimo 16 ottobre su HBO Max, anche se al momento non è disponibile in Italia.

Scooby Doo, Velma fa coming out come lesbica nel prossimo film. Gunn: “Già lo era esplicitamente nella mia sceneggiatura iniziale”

Lo sceneggiatore dei primi film dal vivo di Scooby Doo James Gunn ha fatto sapere che la scelta fosse già nell’aria da tempo e che sia stata rimandata a causa delle perplessità della produzione nel dichiarare l’omosessualità di Velma. Gunn ha detto: “Nel 2001 Velma era esplicitamente lesbica nella mia sceneggiatura iniziale, ma la produzione ha tenuto le acque calme, facendola diventare ambigua (nella versione girata), poi niente (nella versione uscita) e alla fine con un fidanzato (nel sequel). Ora però i tempi sono cambiati e il personaggio creato da Hanna-Barbera è libero di vivere la propria sessualità alla luce del sole, anche se il suo coming out – per quanto atteso – non ha incontrato unanimi consensi”.

La clip del nuovo film di Halloween di Scooby Doo è abbastanza chiara: nel momento dell’incontro con la costume designer Coco Diablo, Velma arrossisce rimanendo praticamente a bocca aperta e con gli occhi a cuoricino, svelando così di essersi innamorata all’istante. Nel momento in cui è stata resa nota l’omosessualità della cervellona di Scooby Doo, Google ha “celebrato” la notizia con un easter egg: da oggi, quando si digiterà “Velma Dinkey” nella barra di ricerca, compariranno sullo schermo bandiere lgbtq+.