Fatti

La risposta di Sanna Marin alle critiche per il video in cui balla: "Non ho mai fatto uso di droghe" | VIDEO

@Asia Buconi|

sanna marin

Non accenna a placarsi il polverone di polemiche che ha travolto la premier finlandese Sanna Marin, 36 anni, dopo la diffusione sul web di un video che la ritrae in veste informale mentre si scatena ad un party privato. A far scoppiare le critiche e l’indignazione generale è stato soprattutto il fatto che all’interno del filmato in questione si può sentire qualcuno dei presenti alla festa che nomina una certa “banda della farina”, espressione che a molti è sembrata un chiaro riferimento all’utilizzo di cocaina.

La giovanissima premier si è oggi espressa su questo punto e ha dichiarato: “Non ho niente da nascondere, non ho usato droghe e quindi non ho problemi a fare i test. Trovo piuttosto strano che mi venga richiesto, non ho visto alcuna prova che qualcosa sia stato usato da nessuna parte. Non ho problemi a fare il test, come ho detto, non ho preso nulla, forse sarebbe bene che i media e tutti gli altri ascoltassero di nuovo quel video e ascoltassero quello che dice effettivamente”. In mattinata, la giovane premier ha dichiarato di essersi sottoposta ai test e che i risultati arriveranno verosimilmente entro una settimana e saranno resi pubblici.

Sanna Marin nel vortice delle polemiche: spunta un secondo video della premier in un club di Helsinki


Proprio in queste ore, in Finlandia è stato diffuso un nuovo video di Sanna Marin che la ritrae in un altro momento di svago e che, forse, è destinato a far discutere più del precedente. All’interno del filmato, che dovrebbe risalire allo stesso periodo di quello del party privato, dunque più o meno al 6 agosto, si vede la premier finlandese in atteggiamenti intimi con un uomo “sconosciuto” nel prive di un club di Helsinki. Nulla di grave, se non fosse che alcuni hanno fatto notare come quel weekend la premier fosse nel pieno delle sue funzioni: sarebbe dovuta andare in vacanza ma poi aveva deciso di cancellare, non passando così i poteri al ministro della Difesa e conservando a pieno le sue funzioni.