Opinioni

La differenza tra Roberta Lombardi e la realtà

Stamattina il Messaggero ha parlato di un audio in cui la candidata governatrice del MoVimento 5 Stelle Roberta Lombardi se la prende con i consiglieri, “rei” di aver dato uno scarso apporto al programma per la Regione Lazio. Successivamente il quotidiano ha anche pubblicato il messaggio audio:

Qualche ora dopo la pubblicazione della chat Roberta Lombardi ha pubblicato un messaggio sulla sua pagina Facebook in cui cerca di buttarla in caciara, sostenendo che il programma “è pronto” e di aver soltanto richiamato “qualche candidato”. Questo è il messaggio pubblico di Roberta Lombardi:

Mi spiace deludere i miei detrattori politici, ma il programma del MoVimento 5 Stelle non solo è pronto, ma sarà presentato nei prossimi giorni in tutte le Province del Lazio per ricevere i contributi finali dei portatori di interesse sul territorio (associazioni, comitati ecc.). Inoltre, nelle prossime ore sarà già a disposizione degli iscritti su Rousseau, mentre degli altri programmi di Pd e centrodestra non se ne vede traccia.
Nell’audio riportato dal Messaggero, è vero, rimprovero qualche candidato per non aver proposto idee. Insomma, per essersene stato con le mani in mano. Che ci volete fare, io sono fatta così, schietta e trasparente e le cose mi piace farle bene. Sono puntuale, rigorosa, a volte un po’ antipatica, ma devo governare una Regione che ospita la Capitale d’Italia, non piacere a tutti.
Piuttosto, è sorprendente il coraggio dei soldatini del presidente uscente. Voglio dire, noi almeno parliamo di programma, discutiamo, ci confrontiamo, loro sono settimane che litigano sulla coalizione e sulle poltrone, caricandosi – sembra – anche il fratello di qualche ministro vicino ad Alfano. E poi la chiamano “sinistra”… Sono senza vergogna!

roberta lombardi status
E questa è invece la trascrizione di quello che ha detto in privato:

«Allora, ragazzi, facciamo che ci capiamo dall’inizio. Voi vi siete candidati alla Regione Lazio a ottobre dell’anno scorso ormai. Siamo arrivati a gennaio: vorrei capire il vostro contributo allo svolgimento del programma, se non queste sterili critiche – in questo momento – riferite a errori, refusi, scarsezza del programma che sì, è vero, c’era ma perché evidentemente forse non abbiamo grosse idee mi viene da dire, no? Né da parte dei sette consiglieri uscenti, né da parte dei nuovi, né da parte dei sedicenti tavoli di lavoro. Perché il lavoro che è stato fatto è un lavoro di collazione di contenuti che in alcuni casi ci sono, in altri casi evidentemente no. Prendiamone consapevolezza. E vorrei capire voi oltre che criticare chi in questi mesi ha comunque lavorato, uno staff di volontari che non si è candidato, che cosa avete fatto voi come contributi di valore nel dare una sostanza al programma che porteremo in Regione Lazio. Aspetto vostre delucidazioni, grazie».

Ma non è tutto meraviglioso? E soprattutto: chi è la talpa?

Leggi sull’argomento: La chat «segreta» di Roberta Lombardi