Cultura e scienze

Previsioni del tempo: la lunga estate calda

Secondo un’analisi di Coldiretti sulla base di dati Isac Cnr, il 2018 in Italia è finora il terzo anno più caldo dal 1800, da quando cioè sono iniziate le rilevazioni, con la temperatura superiore di 1,40 gradi rispetto alla media storica (il 2017 si era classificato al sesto posto tra i più caldi da 218 anni). In Italia – sottolinea la Coldiretti – si può osservare lo sviluppo della tendenza recente al surriscaldamento dopo che il 2017 si era classificato al sesto posto tra gli anni più caldi da 218 anni. Peraltro nella classifica degli anni più caldi ci sono il 2015, poi 2014, 2003, 2016, 2007 e 2017. Ma il 2018 è stato segnato anche – sottolinea la Coldiretti – da intense precipitazioni con nubifragi, trombe d’aria, bombe d’acqua e grandinate che hanno colpito i a macchia di leopardo la Penisola durante il semestre. L’estate è infatti iniziata con la caduta del 124% di pioggia in più a giugno dopo che la primavera ha fatto segnare una anomalia del +21% rispetto alla media storica.

terza estate più calda
Come cambia il clima (Corriere della Sera, 15 luglio 2018)

Il Corriere della Sera spiega oggi che l’ondata di calore ha guadagnato terreno un po’ ovunque (si sono difese solo le zone costiere grazie alle brezze marine che hanno mantenuto più basse le temperature). Caldissimo l’entroterra siciliano, con valori fino a 42 gradi in provincia di Enna, soverchiata da un cielo poco limpido, segnato dallapresenza di pulviscolo desertico portato dall’anticiclone.

Leggi sull’argomento: Laura Castelli contro deleghe e altre ragioni della rabbia del M5S contro Tria