Fatti

Pietrangelo Buttafuoco: troppo islamico per candidarsi con Salvini

neXt quotidiano|

Pietrangelo Buttafuoco candidato governatore in Sicilia con Noi con Salvini? L’idea l’ha lanciata ieri Angelo Attaguile, deputato «leghista» di Catania e segretario nazionale di Noi con Salvini durante la prima convention del partito nell’isola, svoltasi nel messinese a Montalbano Elicona (il «borgo più bello d’Italia») per lanciare la «fase due» del movimento nato sulla scia della liberalizzazione di Matteo Salvini e della Lega al Sud: radicarsi, dopo la prima prove alle Amministrative, nel territorio e dotarsi di una piattaforma meridionalista da integrare con quella della Lega «gemella».
 
PIETRANGELO BUTTAFUOCO CANDIDATO IN SICILIA CON SALVINI?
Attaguile ha motivato così la sua scelta: «Per sconfiggere il crocettismo e il conformismo politico a cui da troppo tempo è condannata la nostra terra proponiamo il nome di Pietrangelo Buttafuoco: un intellettuale libero che potrebbe essere un ottimo governatore perché conosce bene i mali della nostra isola e rappresenta una Sicilia senza ombre». È da un po’ di tempo che il segretario dei salviniani del Meridione riflette sul suo profilo, ma a quanto pare la candidatura è nata morta visto che Buttafuoco non sembra entusiasta della proposta: «Preferisce continuare a fare il giornalista – dice Attaguile riferendosi alla risposta di Buttafuoco – io vi dico che tutti noi dobbiamo andare in pressing su di lui affinché accetti questa importante sfida volta al rilancio della nostra isola». Ma a quanto pare, a parte l’indisponibilità del giornalista, ci sono ostacoli più prosaici alla sua candidatura. Scrive Forza Nuova su buttafuoco salvini