Opinioni

I troppi ospiti dei centri d'accoglienza al voto alle elezioni PD in Basilicata

Polemiche sui social per la presenza nei seggi attrezzati per l’elezione del nuovo segretario regionale del Partito democratico della Basilicata di molti migranti ospitati dai centro di accoglienza sparsi nel capoluogo di regione. Ad essere segnalate in particolar modo le file in quello di Potenza. Il candidato Vito Santarsiero su Facebook ha definito le l’episodio una “brutta pagina” sottolineando che “mentre in parlamento si discute dello Ius soli in Basilicata si consuma la più umiliante delle pagine in danno dell’integrazione”. “Indotti da candidati in competizione nelle liste per le primarie del Pd – ha denunciato Santarsiero – e provenienti da strutture di accoglienza, sono stati condotti al voto decine di soggetti ‘non capaci’ di intendere semplicemente perché incapaci di leggere e parlare l’italiano e perché del tutto estranei alla nostra realtà“. “Notoriamente – ha concluso il candidato segretario – è reato la circonvenzione di incapace. Vale a dire indurre una persona a compiere azioni senza conoscerne gli effetti e senza sapere cosa si fa e perché”.
pd basilicata voti migranti vito santarsiero
pd basilicata voti migranti vito santarsiero 1
Intanto il renziano Mario Polese è il nuovo segretario lucano del PD: il 35enne consigliere regionale della Basilicata è stato eletto con le Primarie che si sono tenute ieri. Polese succede all’ex parlamentare Antonio Luongo, morto a causa di un improvviso malore l’8 dicembre 2015. Secondo quanto si è appreso, Polese (appoggiato dalla gran parte dei big lucani del partito, a cominciare dal governatore Marcello Pittella) ha ottenuto circa il 70% dei voti (i dati ufficiali saranno resi noti nella giornata di oggi), superando nettamente gli altri due candidati alla segreteria regionale, Vittoria Purtusiello (della corrente Emiliano) e Santarsiero (altro consigliere regionale lucano renziano, ma che si era detto “fuori da logiche di correnti”).