Politica

Neatanyahu ha vinto le elezioni in Israele

Con il 99,5% delle schede scrutinate in Israele si conferma l’inatteso trionfo del premier uscente Benjamin Netanyahu. Il Likud ha conquistato 29 seggi sui 120 della Knesset (nel 2013 ne aveva ottenuti solo 18), 5 in piu’ dei favoriti (nei sondaggi) del Fronte Sionista di centro sinistra di Isaac Herzog, fermi a quota 24. Terzi con 14 seggi i partiti arabi, uniti per la prima volta in un’unica lista. A seguire i centristi di Yar Lapid con 11 deputati (in forte calo contro i 19 di due anni fa) membri del governo uscente. Al quarto posto si registra l’exploit di Kuluna, il movimento sempre centrista, fondato solo lo scorso novembre da Moshe Khalon, con 10 seggi, che diventano l’ago della bilancia. Khalon, prima di conoscere i risultati, aveva annunciato di essere pronto a governare sia con netanyahu che con Herzog e che si sarebbe regolato in base ai risultati. A seguire con 8 deputati la destra nazionalista dei coloni di ‘Focolare Ebraico’ di Naftali Bennet (ne aveva 12), alleato di Netanyahu. Con 7 deputati a testa i due partiti religiosi: la destra ultraortodossa dello Shas (ne aveva 11) e lo United Torah Judaism, che conferma quelli che aveva. Batosta per la destra di Yisrael Beitenu, del falco per eccellenza, il ministro degli Esteri, Avigdor Lieberman, che ha ottenuto solo 6 seggi contro i 13 della precedente Knesset. La sinistra del Meretz arretra a 4 seggi (2 in meno).

israele netanhyau 1
La vitttoria di Netanyahu alle elezioni in Israele (foto da: Twitter)