Trend

"Mi sono rotto il caz*o, me ne vado", la gaffe di Vittorio Feltri che pensa di avere il microfono spento | VIDEO

neXt quotidiano|

Vittorio Feltri

Si era stancato di ascoltare una versione dei fatti differente dalla sua. Non si era accorto di avere ancora indosso il microfono acceso e tutto quel che è successo in quegli istanti è stato trasmesso in diretta. Protagonista di questa vicenda, una vera e propria gaffe televisiva, è Vittorio Feltri: il direttore di Libero quotidiano, infatti, era in collegamento con lo studio de “L’Aria che Tira” (su La7) mentre si stava parlando di migranti, soccorsi in mare e navi delle Organizzazioni non governative, quando ha deciso di lasciare la diretta. Ma lo ha fatto a modo suo.

Vittorio Feltri, la gaffe a microfono acceso a L’Aria che Tira

Nello studio condotto da Myrta Merlino stava parlando il giornalista de Il Corriere della Sera Goffredo Buccini. Mentre il cronista si rivolgeva, dando ragione, a Claudio Brachino (anch’egli in collegamento), in sottofondo si sente una voce che bofonchia polemicamente e che si lascia andare a un laconico:

“Guarda (rivolto all’operatore video, ndr), mi sono rotto il caz*o. Me ne vado”.

La voce è quella di Vittorio Feltri che aveva già preso la parola in precedenza per dire la sua sui rapporti tesi tra l’Italia e la Francia sulla gestione dei migranti e degli sbarchi dalle navi delle Ong. E quella “minaccia” di lasciare il collegamento si è avverata: il fondatore di Libero quotidiano, stizzito per i discorsi che stava ascoltando, ha deciso di interrompere il collegamento e abbandonare la diretta. Ma lo ha fatto mentre indossava ancora il microfono che, ovviamente, ancora non è stato acceso. E quel movimento in sottofondo (comprese le sue parole) sono state sentite non solo dal pubblico a casa, ma anche dagli ospiti presenti in studio e in collegamento che per qualche istante si sono fermati per capire cosa stesse accadendo.

(foto e video: da “L’Aria che tira“, La7)