Fatti

Marco Cecchinato, Riccardo Accardi e gli incontri di tennis truccati

marco cecchinato riccardo accardi

Incontri di tennis truccati. La Polizia di Stato, su disposizione della Procura della Repubblica di Palermo, ha dato esecuzione a diversi decreti di perquisizione locale, informatica e di sequestro, con contestuale informazione di garanzia, per frode sportiva relativa ad incontri tennistici disputati in Italia e all’estero: due tennisti, Riccardo Accardi e Marco Cecchinato, sono finiti iscritti nel registro degli indagati. Le perquisizioni, effettuate dagli investigatori della Squadra mobile di Palermo, diretta da Rodolfo Ruperti, interessano il capoluogo siciliano, Milano, Firenze e Prato, dove gli agenti palermitani sono collaborati dalle Squadre mobili locali. Tra gli indagati alcuni tennisti palermitani. Le indagini, condotte dalla Sezione Anticorruzione della Squadra mobile di Palermo, sono coordinate dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca e dai sostituti Dario Scaletta e Francesca Dessi’.

Marco Cecchinato, Riccardo Accardi e gli incontri di tennis truccati

La Procura di Palermo ha iscritto nel registro degli indagati i tennisti Marco Cecchinato e Riccardo Accardi nell’ambito dell’inchiesta sulle frodi sportive che oggi ha portato a diverse perquisizioni in tutta Italia. Secondo gli inquirenti, alla base dell’inchiesta, ci sarebbero anche delle partite di tennis truccate e scommesse sui siti online, in tornei internazionali all’Italia e all’estero. Le perquisizioni sono ancora in corso in diverse città d’Italia. Il 23enne Cecchinato è stato anche destinatario di una squalifica di diciotto mesi da parte della Federtennis. Il tennista palermitano è stato ritenuto colpevole di aver scommesso sull’esito di alcune partite, di aver alterato il match contro Kamil Majchrzak al challenger di Mohammedia (Mar) nel 2015 e di aver fornito informazioni sullo stato di salute di Andreas Seppi, impegnato contro John Isner al Roland Garros 2015 , ricevendone in cambio su una partita giocata da Lorenzo Frigerio (non coinvolto). Insieme a lui condannati anche Riccardo Accardi, legato da amicizia con Cecchinato fin dall’adolescenza, ex tennista e oggi giocatore di circolo, punito con 12 mesi e 20.000 euro di multa e Antonio Campo, attuale numero 857 Atp, sanzionato con 4 mesi e 10.000 euro.
marco cecchinato riccardo accardi-1
La squadra mobile di Palermo, su mandato della Procura, ha notificato avvisi di garanzia a diversi indagati ed eseguito perquisizioni personali e informatiche da Palermo a Milano, a Firenze a Prato. Oltre a Cecchinato l’avviso di garanzia è stato notificato Riccardo Accardi. Gli inquirenti sostengono di avere notato flussi di scommesse anomali sull’incontro relativo al torneo di Mohammedia, disputato in ottobre in Marocco, tra Marco Cecchinato e il polacco Majchrzak. Da qui si sono accesi i riflettori su una serie di tornei che si giocano tra la Polonia e la Russia e sui quali di solito non c’e un grande giro di scommesse.