Rassegna Stampa

Di cosa è morto Paolo Rossi

Quale era la malattia incurabile che ha stroncato Paolo Rossi, il mitico Pablito che ha portato l’Italia a vincere i mondiali di calcio nel 1982? C’è chi ha scritto che l’ex calciatore era malato da tempo. Invece Rossi se l’è portato via in fretta un tumore ai polmoni

malattia paolo rossi di cosa è morto

Quale era la malattia incurabile che ha stroncato Paolo Rossi, il mitico Pablito che ha portato l’Italia a vincere i mondiali di calcio nel 1982? C’è chi ha scritto che l’ex calciatore era malato da tempo. La Gazzetta dello Sport invece spiega che Rossi se l’è portato via in fretta un tumore ai polmoni

Un dolore alla schiena, gli accertamenti diagnostici. In questi casi si pensaauna protrusione discale, un’ernia, nulla di irrimediabile. Poi verdetto terribile: tumore ai polmoni. Paolo Rossi, il nostro Pablito di Argentina ’78 e Spagna ’82, se ne è andato così, in poco tempo, portato via da un male cattivo e infido.I colleghi della Rai, la tv per cui faceva l’opinionista, gli sono stati vicini. Gli hanno mandato video motivazionali per sostenerlo nella battaglia. Purtroppo questo 2020 non dà tregua. Due settimane dopo Diego Maradona, addio anche a Rossi.

paolo rossi malattia paolo rossi morto

l’annuncio della scomparsa e’ stato dato dalla moglie, Federica Cappelletti, con una foto su instagram che li ritrae insieme e la scritta ‘Per sempre’ accompagnata da un cuore. Poco dopo altre parole aggiunte su Facebook: ‘Non ci sara’ mai nessuno come te, unico, speciale, dopo te il niente assoluto…’. Rossi, 64 anni compiuti lo scorso 23 settembre, era nato a Prato nel 1956. Conosciuto con il soprannome ‘Pablito’, fece sognare l’Italia con i suoi gol nel Mondiale in Spagna del 1982, che gli valsero il titolo di capocannoniere anche grazie alla tripletta contro il Brasile. L’11 luglio suo il primo gol nella finale del Bernabeu di Madrid vinta 3-1 contro la Germania Ovest. Nello stesso anno conquisto’ anche il Pallone d’Oro. Dopo gli inizi tra Juventus e Como, il debutto nella serie Cadetta e poi l’approdo in serie A con la maglia del Lanerossi Vicenza, nella stagione 1976-1977. Quindi gli anni con Perugia, Juventus e Milan, per concludere la carriera con il Verona nella stagione 1986/1987.