FAQ

Malagrotta 2: lo stop dei tecnici a Monte Carnevale

neXt quotidiano|

giunta raggi discarica monte carnevale

“C’e’ stato un accordo tra Roma e la Regione Lazio all’interno del piano dei rifiuti regionale che sta facendo l’iter nelle Commissioni e arriverà presto in Consiglio regionale. Nell’ambito di questo piano Roma Capitale farà la sua parte”: le parole con cui ieri Virginia Raggi ha risposto a chi gli chiedeva della discarica di Monte Carnevale sono il solito capolavoro di #trasparenzaquannocepare, ma intanto, racconta oggi il Messaggero, la Direzione Rifiuti del Campidoglio sta preparando un documento che in sostanza boccerebbe l’ipotesi “Malagrotta 2”.

Gli esperti del Comune,guidati da Laura D’Aprile, manager del Ministero dell’Ambiente chiamata da Raggi a Palazzo Senatorio nel 2018, dovrebbero confermare nella sostanza quanto scritto dal Municipio XII, che ieri ha votato all’unanimità contro il progetto, e che martedì sera ha spedito alla sindaca un dossier con i «motivi ostativi»all’impianto.Dossierche Raggi ha girato ai suoi tecnici, finendo sulla scrivania di D’Aprile. Tra le criticità riportate nel documento del Municipio, è menzionata la distanza ridotta delle prime case (circa 80 metri dalla discarica) in un’area, quella della Valle Galeria, già gravata da diversi impianti industriali, oltre all’ex discarica di Malagrotta.

A complicare il quadro, anche l’opposizione del Ministero della Difesa per l’eccessiva vicinanza dell’eventuale discarica dal suo centro interforze. I tecnici del Comune, in particolare quelli degli Uffici “Impianti Rifiuti Inerti” e “Cave”, hanno invece «riscontrato numerose criticità nel progetto, già evidenziate nei rispettivi pareri di competenza» rilasciati a maggio 2019. Lì si parlava di «numerose carenze progettuali». E ancora: «Sull’area sulla quale si vorrebbe realizzare una discarica è tuttora in atto un progetto di recupero ambientale, mai completato dal punto di vista del riassetto morfologico, e mai iniziato per quanto riguarda la rinaturalizzazione del sito».

monte carnevale valle galeria 1

È bene però sottolineare che tutti questi rilievi erano ben noti prima dell’autorizzazione data nel frattempo alla discarica. Se non erano validi prima, perché dovrebbero essere validi adesso?

La relazione dei tecnici mette Raggi all’angolo. Il pressing per un dietrofront è alto. Sia nel gruppo M5S in Campidoglio che nei territori. La minisindaca del XII, Silvia Crescimanno, ieri lo ha ribadito: «Se Monte Carnevale sarà confermato ci dimetteremo». Raggi perderebbe un altro municipio (già due distretti, dalle elezioni del 2016, sono entrati in crisi passando al centrosinistra). Nelle ultime 48 ore, 2 consiglieri stellati locali hanno lasciato il gruppo grillino. Si dimetterebbe dall’incarico anche il delegato dell’XI Municipio, Mario Torelli, che guida l’altra circoscrizione che dovrebbe convivere con “Malagrotta 2”. La sindaca ieri ha ribadito che «c’è stato un accordo tra Roma e la Regione all’interno del piano dei rifiuti regionale. Roma ha indicato quello che dovrà essere il sito». Ma con l’altolà degli uffici, potrebbe essere costretta alla retromarcia.

A quel punto però si ricomincerebbe da capo perché il Comune dovrebbe indicare un altro sito.

Leggi anche: Jasmine Cristallo e le minacce dopo che il sindaco di Riace ha pubblicato il suo telefono