Fatti

La proposta del M5S sulla caccia aperta tutto l’anno

proposta sulla caccia m5s

Una proposta di legge a prima firma Filippo Gallinella sulla semplificazione in materia di agricoltura, caccia e pesca, attualmente in discussione in Commissione Agricoltura alla Camera scatena la guerra tra MoVimento 5 Stelle e animalisti.

La proposta del M5S sulla caccia aperta tutto l’anno

Secondo l’ENPA la proposta del cacciatore abilitato o del selecontrollore significa tenere la caccia aperta tutto l’anno. “Grazie al Movimento 5 Stelle si rischia di assistere a veri e propri massacri, crudeli e inaccettabili, condotti da cacciatori come quello della caccia alla volpe in tana, con mamme sbranate nel tentativo di difendere i loro piccoli lasciati agonizzare, o nei confronti dei cinghiali, dei piccoli caprioli e di tanti altri”, si legge in una nota dell’Enpa.

proposta sulla caccia m5s 1

Il provvedimento recepisce una richiesta di modifica della legge 157/92 sul controllo della ‘fauna selvatica’ avanzata dalle Regioni, le quali sollecitano l’introduzione della figura dell”operatore abilitato’; ed è inutile dire che secondo Gallinella gli animalisti si sbagliano: “Esiste un problema sollevato dalle Regioni. Qualcuno ha voluto far passare questa norma come un’apertura alla caccia ma non è vero”, spiega all’Adnkronos Gallinella, che parla di “polemica ideologica”.

In pratica, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha chiesto al governo di intervenire modificando l’articolo 19 della legge 157/92. In base a questa norma “le Regioni, per la migliore gestione del patrimonio zootecnico, per la tutela del suolo, per motivi sanitari, per la selezione biologica, per la tutela del patrimonio storico-artistico, per la tutela delle produzioni zoo-agro-forestali ed ittiche, provvedono al controllo delle specie di fauna selvatica anche nelle zone vietate alla caccia”.