Trend

L'incredibile ultima azione del match di Champions League dell'Atletico Madrid | VIDEO

neXt quotidiano|

Atletico Madrid

All’elenco delle grandi escluse dalla fase a eliminazione diretta di questa Champions League si è aggiunto anche il nome dell’Atletico Madrid. Dopo Juventus e Barcellona, anche i Colchoneros allenati da Diego Pablo Simeone devono dire addio – con una giornata di anticipo – alla massima competizione europea per club e martedì prossimo, contro il Porto, si giocano la qualificazione (retrocessione) ai sedicesimi di finale dell’Europa League. Ma quel che è accaduto nel corso dell’ultima azione al Wanda Metropolitano resterà negli annali dalla storia del calcio.

Atletico Madrid – Bayer Leverkusen, l’assurda ultima azione

Questo è l’epilogo, arrivato dopo il primo triplice fischio dell’arbitro che ha diretto il match tra gli spagnoli e i tedeschi del Bayer Leverkusen. Perché durante i 5 minuti di recupero assegnati, la partita si era conclusa con le squadre che stavano facendo ritorno negli spogliatoi (entrambe consce dell’eliminazione). Poi il colpo di scena: il direttore di gara richiama entrambe le squadre e assegna un calcio di rigore ai padroni di casa: un tocco di mano in area del difensore Hincapie era stato rivisto al VAR.

Si è tornati, dunque, in campo solo per battere quel calcio di rigore. In caso di realizzazione, l’Atletico Madrid avrebbe conquistato quei 3 punti che l’avrebbero tenuto in corsa per la qualificazione agli ottavi di Champions League. Ma le cose sono andate diversamente. Dagli 11 metri si è presentato il belga Carrasco che si è fatto ipnotizzare dal portiere avversario Hrádecký. Ma il pallone è ancora in gioco e la nuova occasione per segnare e portare la vittoria a casa finisce sulla testa di Saul, ma il suo tentativo finisce sulla traversa. Triplice fischio? No, la palla torna in area di rigore sul mancino di Reinildo che colpisce a botta sicura, ma il suo tentativo sbatte sul tacco di colui il quale aveva sbagliato il rigore 4 secondi prima e si spegne sul fondo. Un’azione incredibile a tempo scaduto che rimarrà nella storia del calcio.