Q&A

L'epidemia di morbillo per i cretini dei vaccini

La Repubblica pubblica a corredo di un articolo a firma di Elena Dusi un’infografica che racconta la recrudescenza dell’epidemia del morbillo causata dalla guerra ai vaccini portata avanti da alcuni psicotici e genitori boccaloni. Dell’argomento vaccini e morbillo abbiamo parlato qui. Spiega il quotidiano:

«L’Italia ha una copertura vaccinale inadeguata» taglia corto Susanna Esposito, presidente della Commissione dell’Oms per l’eliminazione di morbillo e rosolia in Europa. «Non solo nel nostro Paese, ma in tutto il continente si registra una larga epidemia». Perfino gli Stati Uniti — dove il morbillo era stato dichiarato scomparso nel 2000 — oggi vivono una recrudescenza dei contagi, con il presidente Obama che si è appellato ai genitori perché non rifiutino il vaccino per i loro figli. In Italia il vaccino per il morbillo è fortemente raccomandato e gratuito, con la prima dose da somministrare ai bambini tra i 12 e i 15 mesi. Ma quanti genitori sottopongano i loro figli alla puntura è incerto. «L’Italia è in ritardo di due anni e mezzo con la presentazione dei dati» continua Esposito. «Si sa che la copertura della prima dose è intorno al 90 per cento, ma per la seconda non abbiamo buone statistiche. Le regioni che dispongono delle cifre parlano di un 85 per cento». Per bloccare la circolazione di un virus altamente contagioso come il morbillo occorrerebbe una copertura vaccinale del 95 per cento. E per avere almeno un quadro più chiaro della situazione l’Oms ha chiesto un incontro urgente con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin a marzo, come è stato appena annunciato al meeting dell’Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici (Waidid) di Copenhagen.

epidemia morbillo vaccini

Leggi sull’argomento: Vaccini: denunciare i genitori che si oppongono?