Fatti

Il leghista citato da Fedez per le frasi omofobe dice che in Italia non c’è omofobia

Alberto Zelger, consigliere comunale a Verona era stato citato da Fedez per aver detto “I gay sono una sciagura per la riproduzione e la conservazione della specie”

zegler omofobia non esiste video piazzapulita

Ieri l’inviato di Piazzapulita Luca Bertazzoni ha intervistato due degli esponenti della Lega citati da Fedez nel suo discorso sul palco del primo maggio. In particolare Alberto Zelger non solo non ritratta ma addirittura spiega che in Italia non esiste l’omofobia

Il leghista citato da Fedez per le frasi omofobe dice che in Italia non c’è omofobia

Prima Bertazzoni chiede conto a Massimiliano Bastoni, consigliere regionale in Lombardia, delle sue parole sui Gay, vittime di aberrazioni della natura”. Il leghista è abbastanza brusco nel rispondere che non lo pensa di tutti i gay ma che quando vede “delle persone a quattro zampe accompagnati da altri signori” gli sembra che “non facciano un favore alla comunità gay”. Bastoni insomma afferma di riferirsi a chi partecipa al gay pride. Bastoni poi ripropone uno dei cavalli di battaglia della Lega, quello che recita “il ddl Zan non è una priorità”.

 

Poi l’inviato di Piazzapulita intervista anche Alberto Zelger, consigliere comunale a Verona che era stato citato da Fedez per aver detto “I gay sono una sciagura per la riproduzione e la conservazione della specie”. Zelger non nega di aver pronunciato quelle parole, anzi aggiunge: “Se le unioni civili fossero così diffuse non nascerebbero più bambini e la società si estinguerebbe”. Il consigliere dice solo che oggi non userebbe la parola “sciagura” ma poi critica il ddl Zan dicendo che poi si potrà andare nelle scuole ad andare a insegnare quanto è bello l’amore omosessuale. Mentre ormai è stato ripetuto fino alla nausea che tutto quello che succederà quando verrà approvato il DDL Zan è che sarà ratificata, come già avviene in altri paesi il 17 maggio di ogni anno diverrà la giornata nazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia e in questa occasione anche nelle scuole di ogni ordine e grado verrà promosso il rispetto e l’inclusione per contrastare pregiudizi e discriminazioni. Ma Zelger tira fuori il meglio alla fine quando prima dice: “Le donne preferiscono accudire la persona, gli uomini preferiscono la tecnologia” e poi “il problema dell’omofobia non esiste perché in Italia non c’è discriminazione…qui in Italia l’omofobia non esiste”. Qui il link al video completo