Cultura e scienze

L'amore ai tempi della 'ndrangheta

grillini civati

Nella vicenda Scajola adesso spunta anche l’amore per Chiara Rizzo, Lady Matacena. Il Corriere della Sera dice che l’ex ministro dell’Interno e dello Sviluppo dei governi Berlusconi ha depositato una memoria difensiva che svela che a muoverlo nelle scelte che lo hanno portato all’accusa di favoreggiamento della ‘ndrangheta fosse invece il sentimento provato nei confronti di Chiara Rizzo:

Gran parte della difesa dell’ex ministro,infatti, è incentrata sul fatto che ogni mossa in favore non tanto del fuggiasco quanto dell’allora consorte, fosse dettata da sentimenti d’amore; ogni interessamento era motivato dal desiderio di mettersi in mostra con una donna «estremamente bella, molto affascinante,rimasta improvvisamente sola e disperatamente bisognosa di aiuto per qualunque cosa, sì da apparire indispensabile ai suoi occhi e poter avere l’occasione di ritagliarsi dei momenti di intimità con lei».

lady matacena
Questo sostengono i difensori dell’ex potente, che definisce «paradossale» l’ipotesi di aver favorito la ‘ndrangheta. Insieme a lui il tribunale deve giudicare l’ex segretaria di Matacena, Maria Grazia Fiordelisi, mentre gli altri imputati — a cominciare da Chiara Rizzo —hanno scelto la strada del giudizio abbreviato davanti al giudice dell’udienza preliminare.