Opinioni

La storia di Paolo Barnard aggredito da otto poliziotti

Sulla sua pagina Facebook Paolo Barnard ha pubblicato una foto che lo ritrae medicato e dopo, secondo quanto afferma il giornalista ex Report, una “pacifica discussione” con la polizia di Stato.
barnard aggredito otto poliziotti

Barnard solo davanti a 8 poliziotti. Si discuteva dei metodi di polizia, diritti ecc. (tipo il caso Aldrovandi e simili; tipo circondare con 4 volanti la vittima di un’aggressione in strada (P.B.) e a piede libero gli aggressori, et al.)
Io torno a casa un braccio disarticolato con sadismo, ospedale e 21 giorni di prognosi (che è la procedura prevista dal Codice di Procedura Penale per il contenimento di un giornalista pericolosissimo a fronte di 8 agenti armati e dotati di manette).
La magistratura trarrà le sue conclusioni finali.
Lottare per i redditi e i diritti dei dipendenti di Stato, bè, insomma, se rinascessi… PB

Proprio ieri Barnard aveva parlato di un incontro con Roberto Mancini in un bar di Bologna sul suo blog:

Sono da solo come sempre al mio pub a pensare, pensare, con un macigno sulla pancia, una tristezza immensa.
Mi si avvicinano due tizi. Uno, un gran bell’uomo, mi stringe la mano e mi chiede di Report, se sono Barnard, mi chiede de La Gabbia ecc.
Io: mi hanno cacciato da tutto.
Loro mi ristringono la mano e vanno.
Poi il proprietario del pub mi dice: ma sai chi è quello?
Io: No, non lo so.
“E’ Roberto Mancini, l’allenatore dell’Inter”.
Dio che idiota che sono. Ma non perché lui è famosissimo, no, solo perché io non so un cazzo di calcio e so tutto di tragedie umane, mentre invece la salvezza della mia vita sarebbe stata lì, amici, birre, partite, e fottetevi… la gggènte, per voi la vita non dovevo bruciarmela. PB

Leggi sull’argomento: Paolo Barnard scrive a Varoufakis