Opinioni

La foto sbagliata di Claudio Giardiello sui media italiani

Ieri il TG1 e La Vita in diretta hanno mostrato una foto di un omonimo di Claudio Giardiello spacciandolo per il killer che ha fatto una strage al tribunale di Milano. La foto era presa da Facebook e si trattava di una persona che si chiamava allo stesso modo di Giardiello: un po’ quello accaduto al povero svizzero scambiato per Andreas Lubitz su molti giornali italiani qualche tempo fa. La parte curiosa della storia però è la reprimenda che fa il Giornale:
claudio giardiello foto sbagliata
 
Il Giornale infatti ha commesso lo stesso errore del Tg1 e di La Vita in Diretta, ovvero ha preso quel profilo come quello dell’uomo che ha ucciso, per farci un articolo che parlava della presunta passione per i film violenti del killer:
claudio giardiello film violenti
Come recita questo sito, che ha incollato il link e il sommario del pezzo del Giornale, la cosiddetta “passione per i film violenti” di cui il Giornale parlava era dovuta all’iscrizione al gruppo “Poliziesco all’italiana”…
claudio giardiello film violenti 1
 
… che, oltre ad essere moooolto probante, era un’informazione contenuta nel profilo della persona che nulla c’entrava con la storia del killer di Milano. Ma il Giornale, mentre cazziava il Tg1, per fortuna ha nel frattempo cancellato l’articolo. Daje.