Fatti

L'incidente alla Targa Florio

targa florio

Due morti a Isnello, in località Piano Torre durante la Targa Florio: una vettura è uscita fuori strada e nell’impatto è morto il pilota e un commissario di gara. Gravemente ferito il navigatore, trasferito all’ospedale “Raffaele Giglio” di Cefalù. A riferirlo i carabinieri. Sul posto i militari di Isnello e Cefalù per i rilievi. Annullata la gara Geraci-Castelnuovo della PS3 “Piano Battaglia 1”.

L’incidente alla Targa Florio

Le vittime dell’incidente mortale avvenuto durante il rally della Targa Florio sulle Madonie sono Giuseppe Laganà, commissario di gara, travolto dall’auto, e il pilota Mauro Amendolia, originario di Messina di 53 anni. La figlia, Gemma Amendolia, 27 anni, è stata ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Madonna dall’Alto di Petralia Sottana (Palermo).


L’incidente è avvenuto in uno dei tornanti di località Piano Torre, in territorio di Isnello. Pilota e commissario di gara sarebbero morti sul colpo. Ferito il navigatore dell’auto finita fuori strada, condotto all’Ospedale Giglio di Cefalù. Annullata la prova speciale Geraci-Castelbuono. La gara al momento è sospesa. La strada era cosparsa di nevischio dopo la nevicata che si era improvvisamente verificata nelle prime ore del mattino.
targa florio 1
Mauro Amendolia e la figlia Gemma erano iscritti col numero 29 alla Targa Florio nelle prove valide per il campionato italiano di rally assoluto conduttori. Correvano con una Bmw mini cooper Jcw per la scuderia Messina racing team. La famiglia Amendolia, Mauro con le figlie Valentina e Gemma, è appassionata di corse automobilistiche di rally ed entrambe le giovani gareggiavano come piloti. L’annos corso l’equipaggio composto da Gemma e Valentina, su Mini Jcw aveva partecipato al 13simo Rally del Tirreno. Il Messina racing team partecipa ai vari appuntamenti del campionato italiano rally.