Fatti

In 20 contro uno: un 45enne è stato ucciso questa notte a Treviso

neXt quotidiano|

Treviso scalea

La dinamica fa pensare a un regolamento di conti per motivi ancora da accertate. In attesa delle indagini da parte degli inquirenti, resta la narrazione di quanto avvenuto, nella tarda serata di ieri, a Treviso. Lì, davanti a un bar, un uomo di 45 anni è morto a causa dei colpi ricevuti e di alcune coltellate. La vittima, di origini kosovare, sarebbe stata aggredita – in quello che sembra un agguato in piena regola – da una ventina di persone che prima lo hanno picchiato brandendo mazze e altri oggetti simili e poi hanno utilizzato una lama per infierire sul suo corpo.

Treviso, un 45enne ucciso da 20 persone dopo un agguato

Secondo il racconto di alcuni testimoni, nella zona “Fiera” di Treviso – nella tarda serata di mercoledì – un furgone si sarebbe fermato nella zona di via IV Settembre. E proprio da quel mezzo sarebbero scese circa 20 persone armate che sarebbero corse verso il 45enne e avrebbero iniziato a colpirlo. E lì è scoppiata la rissa: tutti contro uno. Schiaffi, calci e pugni. Poi una coltellata che ha lasciato l’uomo inerme che, poco dopo, è morto dissanguato a causa delle profonde ferite.

Da chiarire, ora, cosa abbia portato a quello che – per dinamica – sembra essere un vero e proprio agguato. Per il momento le forze dell’ordine hanno interrogato i testimoni (tra cui la titolare di un bar della zona) e gli altri presenti sul luogo. In quel quartiere della città, infatti, sono in corso le Fiere di San Luca. E si cercano conferme – e dettagli per provare e risalire all’identità degli aggressori – anche dalle telecamere di video-sorveglianza presenti nel luogo in cui è scattata la rissa. Perché in quella zona, meno di una settimana fa, c’era stata un’altra aggressione: il 7 ottobre, infatti, un ragazzo di 18 anni è stato picchiato da un branco di numerose persone.