Politica

Il reddito di cittadinanza solo ai cittadini italiani o anche agli immigrati?

Ieri a Porta a Porta è andato in scena un confronto tra Manlio Di Stefano del MoVimento 5 Stelle e Matteo Salvini della Lega Nord; tra i punti toccati da Bruno Vespa c’è anche il reddito di cittadinanza, sul quale è andato in scena uno scontro abbastanza curioso. Salvini mette a confronto la proposta di Maroni con quella dei grillini, facendo notare che l’idea lombarda è di destinare il contributo soltanto ai cittadini italiani. Al minuto 18 però Di Stefano risponde (qui c’è il video) che il reddito di cittadinanza dei grillini è destinato soltanto ai cittadini italiani. Il che è falso. Nella proposta di legge del MoVimento 5 Stelle è invece specificato che il reddito di cittadinanza è destinato ai residenti da almeno due anni nel territorio nazionale.
reddito di cittadinanza residenza
 
Salvini infatti interrompe Di Stefano per segnalare che invece il reddito grillino è destinato anche ai residenti. Da segnalare che, come si vede nel video successivo, Nicola Morra e Alessandro Di Battista, in precedenti interventi televisivi, avevano detto giustamente che il reddito di cittadinanza era indirizzato ai residenti e non ai cittadini italiani.

Un video che sintetizza lo scontro tra Di Stefano e Salvini sul reddito di cittadinanza

Nel video di Porta a Porta, al minuto 20, Salvini ribadisce che il reddito di cittadinanza è destinato ai residenti e subito dopo va in scena uno scontro su Twitter tra Carla Ruocco e Claudio Borghi, candidato della Lega in Toscana: