FAQ

Il calendario delle riaperture: ecco il decreto

Le palestre dal 24 maggio, via alle piscine dal 1 luglio. Dal 1 giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna diventano bianche. Fumata bianca anche per i matrimoni, ma solo con green pass e numero limitato di invitati.

zona bianca cosa si può fare

“Abbiamo deciso di riaprire gradualmente per monitorare gli effetti delle riaperture sui contagi”. Il presidente del Consiglio Mario Draghi, durante la cabina di regia, ha dettato la linea. Ma, fa sapere, sono scelte -quelle con cui si è deciso il timing delle riaperture-prese in soli 60 minuti e all’unanimità. E allora guardiamole:

Questione coprifuoco

Passa la proposta del premier Mario Draghi in cabina di regia sul coprifuoco. Vale a dire che, in zona gialla, verrà spostato alle ore 23 a partire da subito, ovvero dall’entrata in vigore del dl, dalle ore 24 a partire dal 7 giugno fino a giungere al superamento totale dal 21 giugno, quando si potrà rincasare senza limite di orario. In zona bianca, invece, il coprifuoco non ci sarà, e fonti di governo fanno notare come, a partire già dalle prossime settimane, gran parte dell’Italia potrà ambire a passare in fascia bianca.

Cambiano i parametri delle zone rosse

Cambiano ufficialmente i parametri delle zone rosse, arancioni e gialle: la guida non sarà più l’RT ma l’incidenza e un altro forte fattore è il tasso di ospedalizzazione, sia in terapia intensiva che in area medica.

Le Regioni che possono diventare bianche

Fonti di governo lo hanno detto alla stampa: dal 1 giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna potranno diventare zona bianca. Dal 7 giugno anche Abruzzo, Veneto e Liguria. Nelle regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti). Non c’è coprifuoco.

Apertura delle palestre e delle piscine

Aperture delle palestre il 24 maggio, quella delle piscine al chiuso il 1 luglio. E’ quanto prevede, si apprende da fonti di governo. Secondo la stesso cronoprogramma l’apertura dei parchi tematici è prevista il 15 giugno.

I centri commerciali nei giorni festivi

Esercizi commerciali in mercati e centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive riapriranno dal 22 maggio, nel primo weekend successivo al decreto legge Covid.

Sale giochi, bingo e casinò

Attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò riapriranno dal 1 luglio.

Pubblico alle manifestazioni sportive e non

La presenza di pubblico è autorizzata per tutti gli eventi e competizioni sportive dal 1 giugno all’aperto e dal 1 luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale.

I matrimoni e le cerimonie

Le feste, comprese quelle dopo cerimonie civili e religiose, ripartiranno dal 15 giugno, anche al chiuso. Agli ospiti sarà richiesto il pass e il Cts avvierà ulteriori approfondimenti sul numero massimo degli invitati.