Opinioni

I tremila euro a puntata offerti da Mediaset alle parenti di Veronica Panarello

Una circostanza laterale ma per niente senza significato dell’indagine su Veronica Panarello è stata la trattativa con cui le reti Mediaset hanno ottenuto interviste con la madre di Veronica, Carmela Anguzza, e la sorella Antonella Panarello. Il Fatto Quotidiano racconta in un articolo a firma di Giuseppe Pipitone come vanno le cose da Barbara D’Urso:

Un esempio? È il 21 gennaio 2015 e un’addetta della trasmissione Domenica Live, chiama Carmela Anguzza. “Successi vamente –annotano gli inquirenti –l’Anguzza interloquisce direttamente con la conduttrice del programma Barbara D’Urso. La D’Urso dice all’Anguzza che deve tornare in trasmissione a dire che ha visto sua figlia e, guardandola negli occhi, costei le ha detto che è innocente. La D’Urso insiste sul fatto che in questo momento devono rimanere sul pezzo perché altrimenti l’opinione pubblica si convince sempre più che Veronica è colpevole”. La donna però ha qualche tentennamento. “Cercano in tutti i modi di convincerla – continuano gli investigatori – dicendole che sono disposte ad aiutare il figlio minore con eventuali consulti presso strutture mediche e con dei piccoli regali”.

barbara d'urso domenica live panarello

E se all’inizio la madre di Veronica dice di non volere andare in tv perché le sembra di fare “sciacallaggio”, in seguito le chiamate registrate dagli inquirenti diventano una vera e propria trattativa: alla donna vengono offerti 2 mila euro. Lei “risponde, dapprima che non sa ancora se sarà possibile e successivamente, chiede il motivo dell’esi guitàdel compenso”. Poi, “si consulta con il figlio in merito ai compensi offerti precedentemente erisponde allagiornalista”chiedendo “se è possibile anticipare a30 il pagamento, anziché a 60 giorni, perché ha bisogno di soldi”. STESSO COPIONE quando a chiamare è il produttore della trasmissione Delitti e Segreti. “La informa –scrivono gli inquirenti – del fatto che lei era venutain trasmissioneaDo menica Livee avevano percepito la prima volta 3.500 euro e la seconda volta 2 mila euro. Lui le farà direttamente 3 mila euro”. E quando i pagamenti arriveranno, ma “a pezzi a pezzi”, e cioè rateizzati, la sorella di Veronica non si lamenterà. “È come se gli stanno dando uno stipendio un po’alla volta”.