Trend

I Maneskin trionfano anche agli "American Music Awards" e ritirano il premio in reggicalze | VIDEO

neXt quotidiano|

Maneskin AMAs

Un premio, l’ennesimo della loro ancor giovanissima carriera, che certifica il loro successo mondiale che prosegue da diversi anni. Ancora una volta, infatti, si torna a parlare dei Maneskin e dei loro trionfi. Dopo i numerosi riconoscimenti internazionali, infatti, la rock band romana è riuscita a trionfare anche agli American Music Awards (AMAs) battendo dei mostri sacri della cultura musicale inseriti nella loro stessa categoria (“Favorite Rock Song”). E i quattro giovani si sono presentati sul palco della prestigiosa kermesse statunitense (arrivata alla 50esima edizione) indossando una giacca e i reggicalze.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Alessia Marcuzzi (@alessiamarcuzzi)

Maneskin trionfano agli AMAs e ritirano premio in reggicalze

L’ennesimo riconoscimento mondiale è arrivato grazie al successo di “Beggin'”, la cover dell’omonima canzone dei “The Four Seasons” (del 1967) portata al successo nel 2008 da una prima cover realizzata dal duo norvegese Madcon. Premio che si aggiunge a una bacheca già ricchissima di successi, nazionali e internazionali.

“Per noi che siamo italiani, questo premio ha un doppio significato perché mai nessuno ci avrebbe detto che un giorno saremmo stati seduti accanto ai migliori artisti del mondo. Quindi questo premio è meraviglioso e stiamo ancora cercando di rendercene conto. È una grande sorpresa aver vinto in questa categoria fra questi grandi artisti”. Perché i Maneskin (che erano candidati anche il altre tre categorie, Best New Artist, Favorite pop duo o Group e Favorite Rock Artist) sono riusciti a trionfare di fronte a nomi di rilievo della musica americana e mondiale. Nella categoria “Favorite Rock Song”, infatti, c’erano artisti del calibro dei Foo Fighters, Imagine Dragons, Kate Bush e Red Hot Chili Peppers. Vertici della musica contemporanea, esattamente come la band romana che ha conquistato il mondo.