Tecnologia

I 167mila euro che Salvini spende su Facebook

morisi salvini papeete fontana - 1

Il Fatto oggi riporta i dati di DataMediaHub sugli investimenti in Facebook Ads e “scopre” che Salvini spende più di tutti per fare promozione dei suoi contenuti sul social network blu:

Da quando vengono monitorate le spese per annunci a pagamento, il partito di Renzi ha speso oltre 110 mila euro, di cui circa 2700 negli ultimi sette giorni, come rivela Data Media Hub. Mentre i follower lo abbandonano, i like restano bassi e i sondaggi elettorali di più. Il confronto con Salvini che pure arretra nei sondaggi, è impietoso: il leghista ha investito per messaggi promozionali sulla sua pagina, 167 mila euro ottenendo una valanga di “Mi piace ”che fanno impallidire le prestazioni (via web)pure di Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia, data per agonizzante nelle previsioni elettorali, non molla: fin qui ha scucito anche 94 mila euro per sponsorizzazioni social raggranellando sulla sua pagina circa un milione di like , un quarto del leader del Carroccio.

L’ex Cav. si piazza dietro anche a Giorgia Meloni che secondo YouTrend si conferma “regina” di Facebook: negli ultimi mesi oltre a essere incoronata dal Times tra le 20 personalità da tenere d’occhio nell’anno che si è appena aperto, ha pure guadagnato oltre 30 mila fan staccando persino Salvini. Eppure da marzo a oggi per messaggi promozionali sui social ha investito appena 40mila euro. Non va male neppure Carlo Calenda. Che in attesa di misurarsi con le urne si dà da fare in Internet: i suoi post  ‘spaccano’ in termini di tasso di interazioni con gli utenti.

datamediahub spese social network
Infografica da: Datamediahub

Intanto pure lui per promuovere il suo progetto politico “Siamo euro p e i ”ha messo mano al portafogli per investire in messaggi promozionali 45 mila euro. E il Pd? All’inizio non ha investito sui nuovi media, ma ora non scherza: la spesa sostenuta per inserzioni è arrivata a quota 150 mila euro anche se la pagina social è ancora bassa nei consensi. Nicola Zingaretti si può consolare perché almeno guadagna follower. Cattive notizie invece per Luigi Di Maio: dal 6 novembre al 22 dicembre ha perso oltre 10mila seguaci. Renzi può esultare: ne ha persi solo 1.615.

Leggi anche: La mezza retromarcia della RAI su Rula Jebreal