Politica

Gli stipendi dello staff di Matteo Renzi

poteri forti matteo renzi

Paolo Baroni sulla Stampa di oggi decide di farsi un bel po’ di nemici rivelando i costi dello staff di Matteo Renzi, compresi gli stipendi dei collaboratori. La squadra del premier costa 4,25 milioni di euro: due in meno rispetto a quella di Letta. Con Renzi lavorano a Palazzo Chigi 41 persone, di cui nove gratis: tre in meno rispetto a Letta. Il costo totale degli incarichi è 2,68 milioni di euro. Lavorano gratis a Palazzo Chigi i consiglieri economici Yoram Gutgeld, Marco Fortis, Giampiero Gallo, Roberto Perrotti e Alessandro Santoro: visto come va l’economia, potremmo invece decidere di pagarli a risultato, così magari finiremmo per guadagnarci qualcosa. Poi ci sono il consigliere giuridico Maurizio Dal Conte, quello per le pari opportunità Giovanna Martelli, il consigliere per l’innovazione Paolo Barberis ed il «Digital champion» Riccardo Luna. Anche qui, visti i temi e i risultati del governo, per alcuni il fatto che almeno non vengano pagati fa tirare un sospiro di sollievo alla Dea della Decenza.


Vediamo invece la lista dei più pagati, che sono i collaboratori più stretti del premier: Mauro Bonaretti, Filippo Sensi, Armando Varricchio, Nicoletta Bombardiere, Carlo Magrassi. Gli emolumenti sono di tutto rispetto.

Infine ci sono gli staff:

Nel governo Renzi l’«Ufficio » più «costoso» è quello del sottosegretario Graziano Delrio: 8 persone, compreso un collaboratore gratis, per un totale di 589.806 euro, contro i 661.382 (per 10 persone) di quand’era ministro. Luca Lotti (Editoria) con due collaboratori «costa» 145mila euro, anche Sandro Gozi (Affari europei) ne ha due, ma solo uno per ora ha fissato il compenso (75.478 euro). Un collaboratore solo per Marco Minniti, delega ai Servizi: si tratta dell’ex dirigente Cgil Achille Passoni in cui compenso di capo della segreteria tecnica ammonta a 120.150 euro. Tra i ministri senza portafoglio i costi più alti sono quelli di Maria Carmela Lanzetta (Affari regionali): 7 collaboratori, ma solo di 5 si conosce il trattamento economico, per un totale di 638.581 euro, col capo di gabinetto Luigi Fiorentino che arriva a 198.862 euro ed il capo del legislativo, il prefetto Emanuela Garroni, a 172.605 euro.Molto distanziata il ministro Marianna Madia, 5 collaboratori, totale 344.505 euro, compresi i 125mila del capo del legislativo Bernardo Mattarella.