Fatti

Elisabetta II: il corteo funebre lascia Balmoral e si dirige verso Edimburgo

Giordana Battisti|

corteo funebre

Il feretro di Elisabetta II, morta l’8 settembre, è partito da Balmoral per essere portato a Edimburgo, dove è prevista la prima esposizione pubblica del feretro. Il corteo attraverserà alcune città scozzesi come Aberdeen, Perth e Dundee. Il corteo è partito alle 10 locali, le 11 in Italia, e arriverà a Edimburgo nel giro di sei ore.  È composto da circa 45 veicoli. Il veicolo che trasporta il feretro è seguito dalla vettura con a bordo la principessa Anna, secondogenita di Elisabetta II, e suo marito, Tim Lawrence. Seguono alcune auto di scorta.

Il lungo percorso del corteo funebre

Lungo il percorso si raccolgono, ovviamente, persone desiderose di assistere al corteo: si stima la presenza di 2 milioni di persone. A Edimburgo, il pubblico avrà la possibilità di rendere omaggio a Elisabetta II per 24 ore, nella giornata di lunedì. Martedì il feretro sarà trasferito in aereo a Buckingham Palace e da mercoledì verrà esposto per 4 giorni nel Palazzo di Westminster, prima dei funerali di Stato fissati che si terranno lunedì 19 settembre.

Oggi in Scozia si svolgerà anche una cerimonia di passaggio che prevede la proclamazione del nuovo re, Carlo III, prima sul Royal Mile di Edimburgo e poi nel castello della città. Domani invece si terrà la “Cerimonia delle Chiavi” che prevede la consegna delle chiavi della città di Edimburgo al nuovo re, il quale deve restituirle alla città affinché le custodisca al meglio. Il sindaco di Edimburgo, Lord Provost Robert Aldridge, in una intervista rialasciata a Sky News questa mattina ha sottolineato la determinazione dei residenti a salutare la regina al meglio e mostrando il grande rispetto nei suoi confronti.

Dopo i funerali, il feretro arriverà al castello di Windsor, nel Berkshire, dove Elisabetta II sarà sepolta vicino alla tomba del marito, il principe Filippo morto il 9 aprile 2021, nella Cappella di San Giorgio. Nella stessa cappella ci sono anche le tombe della sorella di Elisabetta II, Margaret, e dei genitori, Giorgio VI e di Elizabeth Bowes-Lyon.