Cultura e scienze

Elena Cattaneo e l'unità nazionale sui vaccini

elena cattaneo ogm

Elena Cattaneo, senatrice a vita e docente all’Università di Milano, in un editoriale su Repubblica oggi chiede l’unità nazionale sulle vaccinazioni obbligatorie, facendo notare che se le regioni continuano a mettersi di traverso i livelli di copertura delle malattie non si alzeranno:

Ora le regioni stanno andando in ordine sparso sull’attuazione della legge. Questa estrema diversità è pericolosa, specie se applicata ai vaccini, per almeno due ragioni. In primo luogo, questo atteggiamento è deleterio per la percezione sociale dei cittadini, che si disorientano di fronte a scelte non coerenti.
Come è possibile spiegare a un cittadino della Lombardia che deve attenersi a un obbligo se poi a pochi chilometri il Veneto non lo impone? Solo qualche mese fa alcuni genitori no-vax altoatesini minacciarono il trasferimento nelle scuole austriache pur di non sottoporre i figli all’obbligo. In secondo luogo, trattandosi di malattie infettive, è inutile che alcune regioni abbiano coperture alte accanto a regioni con coperture più basse.
I vaccini funzionano solo se circa il 95% della popolazione è coperto, secondo il noto concetto dell’immunità di comunità. Perché tenere alti i livelli di copertura di una regione se poi quelli della regione accanto possono veicolare infezioni pericolose? Serve uno sforzo di unità nazionale. La scienza e la democrazia questa volta hanno dimostrato di saper dialogare costruttivamente, i cittadini e le regioni facciano la loro parte.

vaccinazioni calendario vaccinale settembre - 5
https://www.facebook.com/iovaccino/photos/a.1076862202337517.1073741830.1074730969217307/1654679737889091/?type=3&theater

Quelle della senatrice sono parole di ragionevolezza, eppure appaiono come pronunciate da un uomo che si trovi sulla luna. Come hanno insegnato nei giorni scorsi Puglia e Veneto, pur di raccattare voti e consensi c’è chi è capace di tutto. Anche di sputare sulla scienza.

Leggi sull’argomento: Il senso di Michele Emiliano per le vaccinazioni obbligatorie