Fatti

Aveva detto no al vaccino: ricoverata per COVID e costretta al parto prematuro (e anche il piccolo è in gravi condizioni)

La storia arriva da Napoli. I medici, visto l’aggravarsi delle sue condizioni a causa del Covid, hanno eseguito un parto anticipato. Lo stato di salute della donna è grave, così come quello del neonato prematuro

Donna incinta non vaccinata

Aveva deciso di non vaccinarsi. Una scelta condivisa anche con il marito e le rispettive famiglie. Adesso sono risultati tutti positivi al Sars-CoV-2, ma le condizioni che preoccupano maggiormente i medici sono quelle della donna. Lei, 31 anni, al momento del ricovero in ospedale di Napoli, era incinta. L’aggravarsi del suo stato di salute ha costretto i medici a procedere con un parto cesareo anticipato, dopo soli sei mesi di gestazione. E anche il piccolo è in gravi condizioni. I medici, ora, stanno cercando di salvare in tutti i modi la donna incinta non vaccinata e il suo bambino.

Donna incinta non vaccinata in gravi condizioni insieme al suo neonato

Lei, 31 anni e già madre di tre bambini, viene ricoverata lo scorso 10 agosto nel reparto di Ostetricia e ginecologia del Policlinico Federico II. La donna era risultata positiva al virus insieme a tutta la sua famiglia. Nonostante le indicazioni terapeutiche dei medici – che avevano sottolineato come non ci fosse alcuna controindicazione nel vaccinarsi -, la 31enne e suo marito (così come le rispettive famiglie) avevano deciso di non partecipare alla campagna di immunizzazione. Poi, quasi dieci giorni fa, il ricovero in ospedale.

Le sue condizioni di salute della donna incinta non vaccinata sono peggiorate nel corso dei giorni e, come riporta il quotidiano il Messaggero, i medici hanno deciso di procedere con un parto cesareo dopo sei mesi di gestazione. Adesso, il neonato è in incubatrice ed è considerato come un “prematuro grave”. Le sue condizioni di salute vengono costantemente monitorate dal personale sanitario del Policlinico Federico II di Napoli. Stesso discorso vale per la mamma che sta lottando tra la vita e la morte dopo le gravi conseguenze a causa del Covid. Anche il resto della sua famiglia è risultato positivo ai test, ma al momento non sembrano esserci complicazioni per gli altri componenti.

(foto: esterno Policlinico Federico II di Napoli, da Google Maps)