Q&A

I Daspo in serie A: Roma prima

daspo

Lo scudetto in città manca da 15 anni. Ma, ci fa sapere il Messaggero, c’è un primato collegato al calcio in cui Roma è prima, primissima. È quello dei daspo per i tifosi. Nell’ultimo rapporto, che ha preso in esame i dati relativi alla stagione 2014/2015, è la Città eterna a cucirsi sul petto lo scudetto, non proprio glorioso, dei Daspo, i provvedimenti che vietano ai tifosi violenti di andare allo stadio. Durante lo scorso campionato, gli ultrà delle due squadre romane sono andati in“terzacifra”, come si dice in gergo: ben 101 i «divieti di accedere alle manifestazioni sportive» emessi dalla Questura per i supporter della Roma (85) e della Lazio (16).

Per una volta, nel confronto con la Juventus, non c’è partita: la città di Torino insegue staccata a quota 92 daspo (59 per la Vecchia signora; 33 per i granata), al terzo posto di questa speciale classifica degli hooligan indisciplinati sbuca il Napoli, con 58 divieti. Se si trattasse solo di calcio, e non di violenza, si potrebbe dire che a ridosso della zona Champions (ma qui di campioni non se ne vedono,se non della barbarie) ecco la città di Verona, rappresentata dall’Hellas (41 daspo) e dal Chievo (5). L’Atalanta da sola, con i suoi 38 ultrà sanzionati, fa guadagnare a Bergamo la quinta piazza. Seguita a un’incollatura da Genova, (37 daspo, mettendo insieme i 25 della Samp e i 12 del Genoa); poi Firenze (25 divieti ai tifosi della Fiorentina), solo ottava Milano (18 daspo per gli ultrà dell’Inter, 7 a quelli del Milan), e ancora nella top-ten dei tifosi violenti ultime posizioni per Palermo (23 daspo) e Cagliari(18).
Anche spostando lo sguardo sulla classifica dei Daspo emessi per regione, lo scenario è poco lusinghiero per la Capitale: il Lazio è sempre sul gradino più alto del podio, con la bellezza di 276 divieti. Un primato conquistato grazie a un vero e proprio boom di sanzioni (+45%), dato che si è passati dai 190 diffidati nel campionato 2013-2014 ai 276 del 2014-2015. Quanto basta per superare la Campania che scende a 271 daspo (la stagione precedente era a quota 354), ex aequo con la Toscana (che invece nel campionato 2013-2014 ne aveva “solo” 254). Medaglia di legno per la Puglia (214), poi tocca a Piemonte (182), Lombardia (169), Sicilia (159) e Calabria (121).

daspo italia roma
I daspo in serie A: Roma prima