Cultura e scienze

«Civati, il filosofo della scissione mediatica»

pippo civati

Aldo Grasso sul Corriere di oggi ci racconta Pippo Civati senza alcuna pietà. Lo chiama «filosofo brianzolo» e ci dice che la sua volontà di scissione dal Partito Democratico è soltanto mediatica:

Pippo Civati,filosofo brianzolo prestato al web e alla politica, specializzato nel dire qualcosa di sinistr ama fortemente indiziato di fighettismo mediale, vorrebbe portare la sinistra più a sinistra, alla sconfitta. La scissione è nell’aria. Mi chiedo se a provocarla sarà l’ufficiale asburgico dell’ortodossia Gianni Cuperlo, o Stefano Fassina, il maestro Manzi dell’Old Labour, o la maglietta della salute del sindacalismo, Maurizio Landini. Intanto, l’ala dura e pura del Pd insiste per lo strappo. La sinistra italiana insegue da anni il mito della purezza: «Soltanto con la sconfitta la purezza è difendibile, soltanto con la sconfitta non si mettono alla prova le idee e quindi si conservano intatte» (Francesco Piccolo).

La conclusione è disarmante:

Pippo appartiene alla categoria degli scissionisti potenziali:in attesa di una telefonata di Matteo che non arriva, incuriosisce più i media che le masse.